HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
NewsGiallo di Marcheno: perquisizioni in corso, indagati i nipoti di Mario Bozzoli
mario bozzoli_scomparso

Giallo di Marcheno: perquisizioni in corso, indagati i nipoti di Mario Bozzoli

di

Dopo due mesi di distanza dalla scomparsa di Mario Bozzoli è arrivata la tanto attesa svolta, forse non era nemmeno tanto scontata visto che tra gli indagati vi sono i due nipoti oltre a due dipendenti della fonderia.

;

mario bozzoliSono quattro gli indagati per l’omicidio di Mario Bozzoli, in un primo momento le agenzie di stampa avevano battuto la notizia che c’era stato un arresto. Dopo una serie di perquisizioni, i carabinieri del comando provinciale di Brescia hanno notificato l’avviso di garanzia a Giacomo Bozzoli e Alex Bozzoli, nipoti di Mario Bozzoli, e a Oscar Maggi e Abu, operai della fonderia. Per tutti questi soggetti l’ipotesi è di concorso in omicidio volontario e distruzione di cadavere.

Gli inquirenti hanno fatto sapere che sono indagate tutte le persone che erano presenti in azienda la sera dell’8 ottobre, anche Giuseppe Ghirardini, se fosse stato ancora in vita avrebbe ricevuto l’avviso. Inoltre questa svolta non è “epocale”, così come ha riferito la fonte che ha diffuso la notizia agli organi di stampa. Durante le indagini sono emersi alcuni contesti che hanno consentito di stabilire lo stato dei rapporti di Mario Bozzoli con la famiglia. Ricordiamo infatti che la moglie dell’imprenditore di Marcheno aveva raccontato agli inquirenti che la situazione in azienda non era delle migliori e che Mario Bozzoli era in contrasto con i nipoti. I figli di Adelfio Bozzoli avevano aperto un’altra fonderia e Bozzoli sospettava che avessero sottratto del materiale dall’azienda per rivenderlo e trovare i fondi necessari per completare i lavori.

Gli operai sono stati interrogati in mattinata e, dopo un paio d’ore sono usciti dalla caserma del comando provinciale dei carabinieri di Brescia, accompagnati dai loro legali. I due nipoti invece sono stati trattenuti. Giacomo, la sera della scomparsa di Mario Bozzoli venne avvistato a bordo della sua auto nei pressi dell’azienda che faceva strane manovre di entrata e uscita, mentre le telecamere di sicurezza hanno ripreso l’altro nipote, Alex, che bruciava dei documenti.

Lascia un commento

Back to Top