HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti dal mondoNewsGianna Del Gaudio, si sospetta violenza domestica: “Veniva a scuola con lividi e ossa rotte”

Gianna Del Gaudio, si sospetta violenza domestica: “Veniva a scuola con lividi e ossa rotte”

di

gianna-del-gaudioParla Ada Giorno, amica ed ex collega di Gianna Del Gaudio, la professoressa uccisa nella sua villetta di Seriate circa un mese fa. Ecco cosa ha detto la donna al settimanale Giallo

Secondo quanto dichiarato da Ada Giorno, Gianna Del Gaudio subiva forse violenze domestiche: “Gianna veniva a scuola piena di lividi e con le ossa rotte. Non dava confidenza a nessuno. Se ti avvicinavi per chiederle come mai avesse quei lividi sul viso, oppure perchè arrivasse a scuola con le ossa rosse, ti diceva che era caduta. Poi si chiudeva a riccio e non ti parlava per giorni interi. Era una brava donna, non meritava tutta quella sofferenza”.

Quei lividi e quelle fratture erano davvero una conseguenza di continue cadute o erano, purtroppo, segni delle violenze subite in casa? A confermare quanto detto da Ada Giorno, è stato un altro ex collega di Gianna Del Gaudio: “Mi aveva confidato di non poterne più della continua e assurda gelosia del marito e della sua violenza”.

Soltanto le indagini però, sapranno far luce su queste testimonianze orribili: “In un anno – prosegue Giorno – le capitava almeno tre volte. Lei, però, non diceva nulla del marito. Solo una volta si era lamentata di uno dei figli, ma si era limitata a dire che il ragazzo era un po’ troppo vivace”.

Perchè, se Gianna veniva picchiata dal marito, non lo ha mai denunciato? Forse per il “bene” della famiglia? O perchè aveva paura?

“Gianna aveva sempre paura – racconta l’ex collega – Per esempio, c’è stato un periodo in cui avevamo una dirigente scolastica un po’ “strana”: Gianna, però, non osava mai ribellarsi, nè lamentarsi. Lo ripeto, del marito non parlava molto. Noi colleghi lo vedevamo solo quando veniva a prenderla alla sera in occasione dei consigli d’istituto, ma non entrava mai a scuola”.

A sua volta, il marito di Gianna Del Gaudio, Antonio Tizzani, ha espresso una sua ipotesi riguardante quei lividi: “Mia moglie cadeva spesso. Una volta è caduta anche alla fermata dell’autobus di Seriate ed è stata soccorsa. Se Gianna ha ricevuto delle botte, andate a indagare qualcun altro che la frequentava”. Il marito ha dunque lasciato intendere che la moglie si vedeva con un altro uomo. Un’accusa che sembrerebbe non avere alcun riscontro nella realtà.

Lascia un commento

Back to Top