HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
FemminicidioGilberta Palleschi: ecco chi è l’uomo che l’ha brutalmente uccisa

Gilberta Palleschi: ecco chi è l’uomo che l’ha brutalmente uccisa

di

L’ultima immagine di Gilberta Palleschi viene da una telecamera di sicurezza di una villetta. La stessa telecamera  che alcuni minuti dopo riprende il passaggio di una Nissan Micra nera. Alla guida di quell’auto c’era l’uomo che quella mattina è uscito di casa pensando “ora vado a cercare una donna, la prima che capita”.

antonio-palleshiVa a caccia il muratore di 43 anni che, per uno strano scherzo del destino, porta lo stesso nome della sua vittima: Palleschi. “Ridatemela”: aveva pianto e supplicato la madre di Gilberta. Ma lui l’aveva già aggredita. Aveva già tentato di violentarla, e poi l’aveva uccisa.

Antonio Palleschi non ha avuto nessuna piteà: una volta arrivato nel posto con il corpo di Gilberta Palleschi, ha continuato ad infierire sulla donna che era ancora in vita. Ha girato il mondo Gilberta, e ha collaborato con l’Unicef. Eppure è stato un uomo, uno sconosciuto, ad ucciderla.

E’ di Sora il suo assassino: forse lo aveva già visto prima, ma sappiamo che prima di morire la donna ha visto la faccia di uno del suo paese, e mentre la uccideva gli avrà forse chiesto “perchè”.

Nessuna pietà. Nessun rimorso: Antonio Palleschi ha avuto la lucidità di tornare lì il giorno dopo per infierire ancora su di lei. Nessuna pietà, nemmeno davanti alla morte. Dopo aver ucciso Gilberta, Antonio ha continuato  a fare la vita di tutti i giorni come se niente fosse.

Antonio, da chi lo conosce in paese, è stato definito una persona tranquilla. Così tranquilla che, due giorni dopo averla uccisa, Antonio è andato a vendere i frammenti del bracciale e della collana insieme ad un orecchino di Gilberta, da un compro oro di Isola Iri. Lasciando le sue generalità.

Dentro casa gli inquirenti hanno trovato  materiale pornografico, e ben nasconsto dentro i cassetti c’erano dei pantaloni da uomo macchiati di sangue, e abiti e indumenti intimi femminili.  Di chi sono? A chi appartengono quegli indumenti? Il dubbio è che ci siano altre vittime.

Gilberta non era l’unica donna a cui Palleschi aveva dato la caccia. E allora Chi l’Ha Visto ha fatto un appello che non è rimasto inascoltato. Sono passati 5 anni, ma questa donna non ha dimenticato. Quando ha sentito il nome dell’assassino, ha provato lo stesso identico terrore di quella sera di agosto quando lui l’ha aspettata al buio sotto casa sua.

La donna ha raccontato la sua storia davanti alle teelcamere di Chi l’Ha Visto. Superato il primo momento di shock, la donna è andata  a denunciarlo ai carabinieri del suo paese, ed è stato lì che ha scoperto di non essere stata la prima vittima di Antonio Palleschi. In seguito alla denuncia di questa donna, Palleschi è rimasto agli arresti domiciliari per un anno.

Perchè questo uomo non è stato fermato, curato e controllato?

(Fonte Chi l’Ha Visto)

Lascia un commento

Back to Top