HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti dal mondoNewsGiovane papà uccide a pugni la figlia di 4 mesi: voleva farla smettere di piangere

Giovane papà uccide a pugni la figlia di 4 mesi: voleva farla smettere di piangere

di

Cory MorrisEra altamente disturbato dai piccoli gridolini che emetteva la sua bambina ed è per questo che Cory Morris, giovane papà di 21 anni, è ricorso alla violenza per farla tacere, per sempre. Il ragazzo ha infatti ucciso la bimba di appena 4 mesi con alcuni pugni. Adesso rischia di essere condannato a 40 anni di carcere

Papà e figlia erano rimasti soli in casa attendendo il rientro della mamma, Jennifer Anderson, che era al lavoro. Il 21enne aveva deciso di guardare la tv, ma il suo momento di “relax” veniva continuamente disturbato dalla figlia, che non smetteva di piangere. E’ per questo che Cory Morris ha preso il braccio la piccola e, invece di cullarla, l’ha messa sul fasciatoio per colpirla con il pugno chiuso 15 volte sul volto e 7 volte sul petto. Poco dopo il brutale gesto, il giovane ha chiamato la polizia per denunciare ciò che aveva fatto, raccontando di aver picchiato la figlia per farla calmare.

All’arrivo della polizia, la scena è stata straziante: il 21enne aveva le mani e la maglietta imbrattate di sangue, mentre la piccola giaceva priva di sensi sul fasciatoio. La bimba, nonostante la folla corsa in ospedale, è stata dichiarata morta dai medici che hanno provato in tutti i modi a salvarla.

Secondo alcune indiscrezioni, la madre di Cory avrebbe raccontato che il figlio soffriva di ansia e depressione ma che, in ogni caso, mai nessuno avrebbe pensato che il giovane potesse far del male alla piccola.

In attesa del processo e della valutazione pscichiatrica, Cory resterà in carcere. In caso di condanna, il giovane rischia fino a 40 anni di carcere.

Da: Ilmessaggero.it

Lascia un commento

Back to Top