HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
NewsScomparsiGiovanni Irrera scomparso da venti giorni, un fotogramma accende la speranza

Giovanni Irrera scomparso da venti giorni, un fotogramma accende la speranza

di

Sarebbe stato visto in un bar di Mestre e in una comunità di accoglienza di Perugia, le testimonianza sarebbero molto attendibili

giovanni-irreraGiovanni Irrera è scomparso venti giorni fa, lasciando un inquietante messaggio alla moglie: “non sono all’altezza”.
La titolare di un bar di Mestre si dice certa di averlo visto all’interno del suo locale la mattina del 15 settembre. Descrive l’uomo come sofferente ed anche un pò assente e molto smargrito rispetto alla foto che è stata diffusa dai media, la donna ricorda anche che dopo aver consumato una bibita sui tavolini è rientrato nel bar per riportare il bicchiere e la lattina.
Il gesto ha destato l’attenzione della titolare che ha immediatamente pensato che fosse un “collega”. Effettivamente Giovanni Irrera aveva un bar a Chioggia e negli ultimi tempi gli affari andavano male, tanto che gli era giunta anche un istanza per lo sfratto esecutivo, che è forse alla base del suo allontanamento.

La testimonianza sembra avere delle basi molto solide, perchè l’uomo avvistato nel bar aveva un tipico accento meridionale ma con delle inflezioni nordiche.
Ricostruendo la storia della sua sparizione i pezzi del puzzle sembrano disegnare un percorso preciso, il giorno prima della scomparsa Giovanni Irrera compra un biglietto per un autobus diretto a Venezia, la testimonianza arriva da Mestre che è proprio vicino a Venezia.

Venezia è per Giovanni Irrera certamente un luogo dove ha vissuto momenti felici, dove ha lavorato per tanti anni in un famoso hotel della cittadina lagunare, e dove ha conosciuto e si è innamorato di sua moglie Silvia.

Negli ultimi giorni le segnalazioni si sono moltiplicate, l’ultima in ordine di tempo è quella di ieri sera durante la trasmissione Chi l’ha visto.
Una telespettatrice ha raccontato che due uomini si sono presentati nel suo albergo a Perugia chiedendo di poter dormire gratuitamente solo per quella notte.
L’albergatrice ha riconosciuto in uno dei due uomini Giovanni Irrera che è parso molto serio e pensieroso. Il misterioso accompagnatore racconta la donna era molto trasandato e con qualche chilo di troppo.
Da Perugia è arrivata anche un’altra testimonianza molto più circostanziata. Dalla comunità di accoglienza “La casa della povera gente” è arrivata la segnalazione che Giovanni Irrera è rimasto lì per ben 3 giorni. Ha dormito, mangiato con loro e lo descrivono come tranquillo e simpatico.

Le telecamere di sorveglianza della comunità sono riuscite a riprendere l’uomo che sembrerebbe essere Giovanni Irrrera e le immagini sono state mostrate alla moglie Silvia che ha riconosciuto suo marito.
C’è molto ottimismo su una conclusione rapida della vicenda.

Lascia un commento

Back to Top