HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti ItalianiNewsUltimissimeGiuseppe Madafferi freddato a colpi di fucile a Rosarno
Giuseppe Madafferi

Giuseppe Madafferi freddato a colpi di fucile a Rosarno

di

E’ stato rinvenuto il cadavere di Giuseppe Madafferi a Rosarno (Reggio Calabria) ieri pomeriggio , caduto per colpi di fucile.

Nel 1995 erano stati uccisi il fratello e il cognato di Giuseppe Madafferi.

Ancora sono in completo svolgimento le indagini per l’omicidio di Giuseppe Madafferi, il 50enne trovato morto a colpi di fucile a Rosarno (Reggio Calabria) ieri pomeriggio.

Il cadavere è stato rivenuto in piena campagna, presso la contrada Nespolaro.

Il corpo era riverso a terra vicino agli alberi che  Madafferi stava rigorosamente e metodicamente tagliando con una motosega.Giuseppe Madafferi

Secondo gli inquirenti il killer avrebbe sparato mentre l’uomo era di spalle.

Madafferi, bracciante agricolo, che risiedeva nel reggino, a Rizziconi, è rimasto vittima di un agguato come già precedentemente capitò a suo fratello Antonio, 28 anni, e il suocero Domenico Bruzzese, di 60, entrambi freddati a Rizziconi nel 1995.

La vittima, Madafferi, bracciante agricolo, era già noto alle forze dell’ordine perché accusato di piccoli rati contro il patrimonio nazionale ma, secondo gli inquirenti non avrebbe nessun legame con i clan di ‘ndrangheta locali.

Seguendo le stesse ipotesi i carabinieri escludono tutti i possibili collegamenti tra l’omicidio del bracciante e quello dei suoi parenti.

Attualmente stanno collaborando per l’archiviazione del caso i carabinieri del comando provinciale coordinati dal pubblico ministero della procura della Repubblica di Palmi (RC) Gianluca Gelso.

La morte, secondo il medico legale che in serata ha effettuato l’autopsia del cadavere alla presenza sostituto della Procura di Palmi, Gianluca Gelso, è stata immediata.

Le cause e la dinamica che ha condotto all’omicidio sono ancora da scoprire e le indagini dei carabinieri si sono prontamente incentrate, in tutte le dichiarazioni, ma specialmente un focus particolare è stato affidato sugli ultimi movimenti dell’uomo e se proprio quest’ultimo poteva mai avere motivi di contrasto contro qualcuno.

Il cadavere è stato rinvenuto dai militari, dopo alcuni segnalazioni telefoniche, a non più di cinquecento metri dal quadrivio “Nespolaro” dove sbocca la strada provinciale che da Rizziconi porta a Rosarno e l’altra provinciale che dalla statale “18” conduce a Melicucco.

 

 

 

Lascia un commento

Back to Top