HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti ItalianiNewsGloria Rosboch: Gabriele Defilippi ha confessato, la madre nega il suo coinvolgimento nell’omicidio della professoressa

Gloria Rosboch: Gabriele Defilippi ha confessato, la madre nega il suo coinvolgimento nell’omicidio della professoressa

di

Gabriele Defilippi, è stato fermato insieme ad altre due persone con l’accusa di aver ucciso Gloria Rosboch. Nella notte il giovane ha confessato di aver preso parte al delitto con Roberto Obert, suo amico, che aveva contribuito a dare una svolta alle indagini, dicendo di aver strangolato l’insegnate insieme all’ex alunno dell’insegnate e alla madre che ha negato qualsiasi coinvolgimento.

gloria rosboch_professoressa scomparsaLe indagini sulla scomparsa di Gloria Rosboch si erano incrociate con quelle della Procura di Torino che indagava per truffa. Gabriele Defilippi, ex alunno della donna era riuscito a sottrarle 187mila euro, con la promessa di una nuova vita in Costa Azzurra. Gloria Rosboch, 49 anni, era scomparsa da Castellamonte lo scorso 13 gennaio, prima di uscire di casa aveva detto che si recava a scuola per una riunione. Dopo più di un mese di ricerche sono finite in manette tre persone: Gabriele Defilippi, l’ex allievo 22enne, Roberto Obert di 54 anni, suo amico e complice, e Caterina Abbatista, la madre.

Il cadavere di Gloria Rosboch è stato trovato ieri pomeriggio in una discarica. Dopo essere stata strangolata e uccisa, è stata abbandonata, come se fosse un rifiuto qualsiasi, tra cemento e acqua putrida. È stato proprio Obert a dare un nuovo impulso alle sue indagini, con la sua confessione. L’uomo originario di Forno Canavese si è invaghito di Gabriele e vuole aiutarlo in tutti i modi, è disposto persino ad assecondarlo in questo piano diabolico (Fonte: Quotidiano Canavese). Il giovane Defilippi ha una mente disturbata, ha già tentato di aggirare un’altra insegnante ma Gloria Rosboch è caduta nella sua trappola mortale, dopo mesi di “corteggiamento” l’allievo la convince a consegnargli 187mila euro in contanti (erano i risparmi degli anziani genitori). Ma il giovane sparisce e dopo 11 mesi Gloria Rosboch lo denuncia. Defilippi è all’oscuro di quella querela, il 13 gennaio le chiede di incontrarsi con una scusa ma quando la donna entra in auto hanno un diverbio e il ragazzo diventa violento. Per un mese il suo alibi ha retto, a coprirlo potrebbe essere stata la madre Caterina Abbattista che ora dice di non sapere nulla (Fonte: Il Fatto Quotidiano). Gli investigatori non sono della stessa opinione, infatti stanno lavorando per chiarire la sua posizione nell’omicidio di Gloria Rosboch.

Lascia un commento

Back to Top