HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Cold CaseDelitti ItalianiNewsGuerrina Piscaglia: applicato il braccialetto elettronico alla cavigliera di Padre Graziano, trasferito in convento per i domiciliari
Padre Graziano_arresti domiciliari

Guerrina Piscaglia: applicato il braccialetto elettronico alla cavigliera di Padre Graziano, trasferito in convento per i domiciliari

di

Il 3 dicembre scorso, il Riesame ha concesso a Padre Graziano i domiciliari. La questura di Roma però non aveva a disposizione nessuna cavigliera, e nel frattempo i legali del sacerdote congolese hanno provato a depositare una nuova istanza di scarcerazione. Intanto questa mattina il braccialetto elettronico è arrivato ed è stato disposto il trasferimento presso il convento dei premostratensi di Roma.

guerrina piscagliaL’abate generale, padre Thomas, ha accolto calorosamente Padre Graziano, così come rivelato da Il Resto del Carlino. Il sacerdote congolese è accusato di aver ucciso Guerrina Piscaglia, la casalinga di Ca’ Raffaello di cui non si anno più notizie dal primo maggio del 2014. Questa mattina intorno alle 7,30, Padre Graziano è uscito dal penitenziario ed è salito a bordo del furgone che lo ha condotto prezzo il convento dei premostratensi di Roma. Tutti gli spostamenti di Padre Graziano saranno controllati grazie al dispositivo elettronico che è stato applicato alla sua caviglia. I frati del convento hanno raccontati ai cronisti che era sereno e tranquillo, inoltre ha già chiesto informazioni su quando potrà avere la possibilità di pregare e dire messa. Purtroppo nessuno conosce ancora quali strumenti avrà a disposizione Padre Graziano per comunicare con il mondo esterno.

La reazione dei famigliari di Guerrina Piscaglia non si è fatta attendere. Mirco Alessandrini, il marito della donna scomparsa, per la prima volta ha deciso di aprire le porte della sua modesta abitazione alle telecamere. Una troupe di Pomeriggio Cinque ha ripreso il piccolo mondo in cui viveva Guerrina Piscaglia che aveva una passione per le bambole in miniatura e le collezionava. Alessandrini spera ancora che la donna torni a casa, anche se la tristezza lo assale e oggi il morale non è dei migliori. Incalzato dalle domande della conduttrice Barbara D’Urso, l’uomo ha detto: «Da tanto tempo si sapeva dei domiciliari ma siamo rimasti molto delusi, io soprattutto. Non riesco ad accettare questa cosa. Se lo avesse fatto un italiano lo avrebbero arrestato».

Mirco si è sentito tradito da Padre Graziano che considerava come un vero amico. Si è fidato del sacerdote congolese e gli ha aperto le porte del suo cuore, oltre a quelle della sua casa. Intanto il segnale del braccialetto elettronico rende impossibile qualsiasi spostamento e Padre Graziano è confinato al primo piano del convento, lo stesso in cui alloggiava quando venne arrestato ad aprile del 2015.

Lascia un commento

Back to Top