HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
NewsGuerrina Piscaglia: i pensieri inquietanti di Padre Graziano subito dopo la scomparsa della donna

Guerrina Piscaglia: i pensieri inquietanti di Padre Graziano subito dopo la scomparsa della donna

di

Padre Graziano scrisse nella sua agenda: «Questo amore mi ha bruciato le ossa». A quale amore si riferiva? Tra le righe vi sono molti dettagli che possono essere ricollegati alla vicenda della scomparsa di Guerrina Piscaglia, tra cui la descrizione di Zio Francesco.

padre grazianoPadre Graziano, il sacerdote congolese accusato di aver ucciso Guerrina Piscaglia, la casalinga di Ca’ Raffaello, ha scritto alcune frasi sulla sua agenda. A rilevare in esclusiva il contenuto delle pagine dell’agenda di Padre Graziano è il settimanale Giallo (n. 50), forse l’amore che gli ha bruciato le ossa potrebbe essere spirituale ma, questa è solo una delle tante frasi che nessuno si aspetta di trovare nell’agenda di un sacerdote. Il quadro finale è piuttosto inquietante e Padre Graziano dovrà dare conto di quanto scritto nel processo che è iniziato in questi giorni. Il tribunale di Firenze nel frattempo ha accolto la richiesta degli arresti domiciliari ma gli verrà dato un braccialetto per controllare tutti i suoi movimenti.

Tra le riflessioni di Padre Graziano vi sono riferimenti anche a zio Francesco, l’uomo con cui sarebbe fuggito Guerrina, ecco quanto scritto: «Un cane di uno bianco, che si chiama Fr…». Quello che sorprende è la data degli appunti che sono successivi alla scomparsa della donna, cosa voleva dimostrare Padre Graziano? Per gli inquirenti questo uomo non esiste, nei vari interrogatori ha sempre fornito descrizioni differenti. Proseguendo nella lettura si nota come Padre Graziano avesse problemi con la lingua madre, la parola “speza” è un richiamo a “scuza”, contenuta nel messaggio inviato per depistare le indagini: «Scuza, dite al mio marito vado a Gubbio con mio amoroso marochino…». Queste e molte altre interpretazioni sono spiegate in maniera precisa e dettagliata.

Padre Graziano scriveva anche i nomi delle prostitute con cui aveva dei rapporti sessuali e che ripagava con ricariche, sigarette e la “speza”. Nei prossimi giorni conosceremo sicuramente maggiori dettagli su questi appunti misteriosi.

Lascia un commento

Back to Top