HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Cold CaseIl caso di Donatella Grosso: il padre è morto, e la vicenda rischia di essere archiviata
donatella grosso

Il caso di Donatella Grosso: il padre è morto, e la vicenda rischia di essere archiviata

di

Il professor Mario Grosso è morto, senza avere giustizia e notizie sulla sua unica figlia tanto amata: Donatella. L’ha cercata disperatamente per 18 lunghi anni, ma alla fine ha portato il suo dolore nella tomba, spirando senza sapere dove fosse finita sua figlia

donatella grossoMario e Tina erano tornati a raccontare per l’ennesima volta la loro assurda vicenda. Già era stato alla questura di Chieti, che quando la loro giovane figlia era sparita il 28 maggio 1996, il giovane fidanzato pescarese, Marco Fioroni aveva dichiarato di non saperne nulla. Ma solo all’inizio.

Mario  Grosso aveva ripetuto più volte che due donne avevano avvistato Fioroni quella sera. Tutto impettito era salito su da Donatella verso le 23.30. Dopo essere stato smentito categoricamente dalle due testimoni, il Fioroni era stato richiamato in questura una settimana dopo.

L’uomo dovette ammettere che sì fu proprio lui a vedere Donatella per l’ultima volta, e di averla fatta salire in macchina all’una di notte. Non solo, l’avrebbe anche accompagnata nella stazione ferroviaria di Pescara perché Donatella voleva partire. Ma dove voleva andare Donatella?

La loro storia iniziò nella primavera del 1996: lui in quel momento non gli dice che è già impegnato con un’altra donna, figlia di un medico pescarese. Forse lui vuole solo divertirsi  con Donatella, ma la donna prende la relazione molto seriamente, tanto che lei ammette di avere anche un ritardo nel ciclo.

La sospetta gravidanza comporta numerosi litigi all’interno della coppia, tanto che Donatella finge anche di interromperla ma senza riavere il “cuore del suo amato”. Già, perchè mentre Donatella vorrebbe sposarsi ed avere dei figli con Marco, quest’ultimo prova solo odio, rancore e insofferenza.

Vengono sentiti numerosi testimoni, e tutti affermano di quanto Marco non sopportasse più Donatella: ma, allora, perchè continuare a starci insieme? E perchè la questura di Chieti non ha mai preso in considerazione la posizione del Fioroni?

Secondo alcune intercettazioni Marco avrebbe detto alla sua fidanzata (la figlia del medico) di non aver mai sospettato che donatella volesse buttarsi da un burrone: il giovane, probabilmente, cercava di sviare le indagini. Eppure, alcuni giorni prima della morte della ragazza, è lo stesso Fioroni a chiederle di tornare dalle sue vacanze anticipatamente.  Tutto ciò emerge anche dai tabulati telefonici.

Nonostante le prove, e le testimonianze, il caso di Donatella viene archiviato. Solo la tenacia di Mario Grosso, e della moglie Tina, ha portato alla sua riapertura, ma questo lento logorio ha portato il cuore di Mario a  cessare definitivamente.

Poco prima di morire, Mario ha chiesto ai suoi familiari di continuare a cercare la verità. Ed è quello che la moglie Tina ha intenzione di fare!

(Fonte Chi l’ha visto)

Lascia un commento

Back to Top