HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Cold CaseDelitto di Marisa Morchi: chi l’ha uccisa?

Delitto di Marisa Morchi: chi l’ha uccisa?

di

Marisa Morchi è stata massacrata in pieno giorno dentro la sua casa: colpita ripetutamente con una piccola ascia, e poi è stata lasciata lì.

marisa morchiL’assassino ha preso delle caramelle e le ha sparse lungo il corpo della donna. Poi ha preso una fotografia di Marisa di quando era piccola, e gliel’ha messa sopra la sua schiena: è come se avesse voluto lasciare la sua firma. La donna è stata ritrovata, poco dopo, dalla figlia Marina.

Marisa era una donna solare ed estroversa, che conduceva una vita abitudinaria e tranquilla: chi può averla uccisa in modo così brutale? E cosa  vogliono dire le caramelle, e la fotografia?

Era il 20 marzo 2013: sei giorni dopo l’imicidio, la figlia decide di fare un appello.Un disperato appello per scoprire al più presto la verità. Ma le settimane e i mesi sono passati: nessuno si è fatto sentire, e le indagini non hanno avuto nessuna svolta.

Così, ogni giorno, Marina si fa la stessa domanda: chi è stato? Chi ha ucciso questa donna innocente? Ma chi era Marisa Morchi?

La donna amava la vita, proprio come viene testimoniato da un video amatoriale che la ritrae ad un matrimonio, mentre balla in mezzo alla pista. Marisa era una donna energica, attiva e sorridente: perchè questo atto? Amava il ballo, Marisa, e anche i viaggi: nel salotto della figlia ci sono ancora tutti i suoi ricordi. Piccoli oggetti che aveva portato a casa dai suoi viaggi.

Ma allora chi è entrato nella sua casa? Chi le voleva del male? La figlia Marisa, quel giorno, aveva notato che sulla schiena c’era la fotografia che da sempre era appesa sulla parete: raffigurava Marisa all’età di 5 anni. Quella foto le era stata messa sulla schiena: Marisa crede si tratti di un segno. Ma perchè quelle caramelle sparse lungo il suo corpo?

Pochi giorni dopo il delitto, qualcuno è tornato in casa: c’erano i sigilli, e la casa era sotto sequestro. Eppure, qualcuno ha voluto rischiare ed è entrato: cosa c’era di importante? Avevano lasciato lì dentro l’arma del delitto? Impossibile, sarebbe stata ritrovata dagli investigatori.

L’assassino ha colpito Marisa con un pennato, uan specie di roncola che si usa come un’accetta e che Marisa utilizzava a casa per la legna. Qualcuno nei giorni successivi al delitto può averlo ritrovato? E’ possibile che i vicini non abbiano visto, o sentito, niente? Marisa è stata uccisa poco dopo le 10 del mattino.

Solo un ragazzo che vive nella villetta di fronte a quella di Marisa, e che era in casa il 14 marzo 2013, sarebbe stato svegliato dalle urla disperate della donna. Ad un anno esatto dalla morte della donna, i carabinieri hanno indagato un uomo della zona perchè aveva in casa un ascia ritenuta compatibile  con quella dell’omicidio.

I Ris avrebbero dovuto fare degli esami di approfondimento, ma la figlia Marina non ha più saputo nulla: perchè?

(Fonte Chi l’Ha Visto)

Lascia un commento

Back to Top