HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti ItalianiYara Gambirasio: per i RIS nessun dubbio le fibre sono del furgone di Massimo Bossetti

Yara Gambirasio: per i RIS nessun dubbio le fibre sono del furgone di Massimo Bossetti

di

Le fibre ritrovate sul giubbotto, e sui leggins di Yara Gambirasio sono compatibili con il tessuto che riveste i sedili del furgone che appartiene a Massimo Bossetti.

yara-gambirasioLa conferma arriva da Giampietro Lago, il capo dei carabinieri del ris di Parma che ha effettuato le analisi e le comparazioni. Lago ha ammesso: “Non possiamo entrare nei dettagli, ma è emerso un elemento nuovo che riguarda delle fibre acquisite dagli indumenti della vittima, e che corrispondono a elementi del tessuto analogo a quello del furgone appartenente all’indagato”.

Ma come si può constatare con certezza che i fili ritrovati sui leggins di Yara appartengano proprio al furgone di Bossetti? In realtà, quei sedili sono di serie: gli inquirenti sono risaliti ai 2000 Iveco Daily del Nord Italia, da Reggio Emilia in su. Li hanno fotografati e controllati tutti. Poi hanno verificato dove si trovassero i proprietari la sera del 26 novembre 2010, quando Yara scomparve davanti alla palestra.

A qualcuno è stato chiesto, ma alla maggior parte di essi è bastata la comparazione con l’agganciamento delle celle telefoniche di quella sera. Nessuno di loro risulta essere stato presente, quel giorno, nella zona della scomparsa di Yara.

Nessuno tranne Massimo Bossetti. La cosa sarebbe confermata anche dalle registrazioni di alcune videocamere a disposizione degli inquirenti. Filmati che sono stati visti e rivisti più volte, sapendo anche i mezzi a cui aveva accesso il muratore di Mapello.

Ed ecco spuntare un furgone Iveco Daily con un particolare catarifrangente non di serie, montato sul retro e la fiancata caratterizzata da una strisca laterale. Un furgone praticamente identico a quello di Massimo Bossetti. Dove si trovava questo furgone nel giorno della scomparsa di Yara?

L’occhio indiscreto delle telecamere l’ha forse ripreso? E lui, Massimo Bossetti, dove ha detto di esser stato? L’indagato, durante l’interrogatorio, ha ammesso di essere stato (forse) a Brembate quel giorno perchè andato dal commercialista. Gli inquirenti hanno analizzato le riprese, ed ecco la sorpresa.

Il furgone di Bossetti c’è, e si vede. Proprio nei pressi della palestra di Brembate, e proprio nell’orario in cui Yara si trovava all’interno della stessa struttura. Il 26 novembre 2010, alle ore 18, il furgone viene ripreso, e dopo altri 5 minuti ripassa. Alle 18.42 Yara viene vista per l’ultima volta uscire dalla palestra, per poi essere definitivamente inghiottita nel nulla. In quello stesso istante, Bossetti dichiarava di essere stato dal commercialista e poi di esser tornato a casa.

La cosa certa è che alle 17.45 il cellulare di Massimo Bossetti aggancia la cella di Mapello,  compatibile con quella agganciata dal cellulare di Yara Gambirasio. La verità è vicina?

(Fonte Chi l’Ha Visto)

Lascia un commento

Back to Top