HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
FemminicidioNewsInfermiere uccide la convivente: l’omicidio davanti la figlia 12enne della donna

Infermiere uccide la convivente: l’omicidio davanti la figlia 12enne della donna

di

Manuela PrecerutiUn altro litigio che finisce in tragedia. Roberto Garini, infermiere di 51 anni, ha ucciso la sua compagna, Manuela Preceruti, 44 anni, a colpi di pistola. L’omicidio si è consumato tra le mura domestiche della donna, a Dorno, davanti la figlia 12enne della vittima

Ancora un femminicidio, ancora una donna uccisa dal proprio compagno. Questa volta la vittima è una mamma di 51 anni, Manuela Perceruti, che da circa due anni aveva iniziato una relazione con un infermiere del policlinico San Matteo, Roberto Garini.

I due non vivevano insieme, ma in due appartamenti contigui. Secondo una prima ricostruzione dei fatti, Manuela dopo l’ennesima lite con il compagno scoppiata intorno alle 23,00 di ieri sera, si sarebbe chiusa in casa, ma lui avrebbe tentato in ogni modo di sfondare la porta. Una volta aver raggiunto la 44enne, Garini le avrebbe sparato contro almeno sei colpi di pistola.

La donna avrebbe tentato invano di nascondersi con la figlia ma non ha avuto scampo ed è deceduta davanti gli occhi increduli della 12enne, avuta da una precedente relazione, che disperata è scesa immediatamente in strada in cerca di aiuto.

Nel frattempo, Roberto Garini sarebbe tornato nel suo appartamento per scrivere un sms all’amico, dicendogli ciò che aveva combinato e pregandolo di chiamare le forze dell’ordine. Sul posto poco dopo sono arrivati i carabinieri di Garlasco e Vigevano, che hanno arrestato l’uomo, il quale non ha opposto resistenza.

Negli ultimi tempi pare che la relazione tra Manuela Preceruti e Roberto Garini fosse diventata sempre più burrascosa, con litigi sempre più frequenti. Le indagini dunque sono ancora in corso per chiarire al meglio il movente e le dinamiche di questo orribile femminicidio.

Lascia un commento

Back to Top