HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti dal mondoNewsOmicidi in FamigliaInghilterra: madre 23enne uccide la sua bimba di due anni con un calcio al petto

Inghilterra: madre 23enne uccide la sua bimba di due anni con un calcio al petto

di

Kathryn Smith, una ragazza inglese 23enne residente a   Burton nello Staffordshire ha ucciso la figlia di soli due anni con un violento calcio dato al torace; la donna maltrattava sistematicamente la bambina, la picchiava e la trascurava.

bimba uccisa dalla madre- Burton

Una delle ferite che la bambina aveva in testa

Il decesso della piccola Ayeeshia Jane Smith è avvenuto nel 2014 , ma pochi giorni fa la donna è stata condannata per omicidio e per crudeltà nei confronti di un minore; diverse volte in aiuto della piccola erano intervenuti i servizi sociali del Derbyshire County council, in quelle occasioni  Kathryn Smith ripuliva la casa e vestiva bene Ayeeshia per far credere che la bambina vivesse in un ambiente adeguato e fosse curata amorevolmente.

La testimonianza di un amico della donna è stata determinante per valutare il grado di colpevolezza come madre negligente e inadeguata; il testimone ha raccontato che la Smith gli aveva “offerto” la bambina, cioè voleva vendere sua figlia per comperare della droga. Gli stessi investigatori che si sono occupati del caso di Ayeeshia Jane Smith all’epoca della sua morte dichiararono che si trattava di un caso “straziante, e orribile”. I referti medici furono altrettanto terribili; vi era riportato che la piccola aveva traumi in tutto il corpo, come se fosse stata vittima di un incidente d’auto.

Il compagno della madre assassina Matthew Rigby, è stato ritenuto colpevole di non aver impedito che la bambina venisse picchiata e uccisa; mentre il padre naturale era intervenuto spesso per via dei lividi e delle ferite che aveva notato sul corpo e sul viso della figlia, ma non era ancora riuscito ad ottenere la custodia unica della bambina.

Lascia un commento

Back to Top