HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Cold CaseIrlanda: il serial killer Robert Black uccise quattro ragazze ora si sospetta che non furono le sole

Irlanda: il serial killer Robert Black uccise quattro ragazze ora si sospetta che non furono le sole

di

Il serial killer Robert Black fu arrestato e condannato per i barbari omicidi di quattro ragazze, ma la scia di sangue potrebbe essere molto più lunga

Robert+Black+Gli inquirenti irlandesi stavano indagando su un tipico caso di cold-case quello di una giovane studentessa, Mary Boyle che scomparve nel 1977 a Cashelard nello stato del Donegal. E durante le indagini è apparso il nome di Robert Black, un uomo di 66 anni attualmente in carcere per una condanna definitiva all’ergastolo come autore di quattro barbari assassini.

Durante i primi anni 80, Robert Black, balzò agli onori della cronaca per aver rapito e poi ucciso ferocemente quattro ragazze, una delle quali Jennifer Cardy che all’epoca aveva solo 8 anni. Robert Black fu uno dei primissimi criminali che vennero apostrofati in Irlanda con il termine di “serial-killer”, ed ancora oggi a distanza di quasi 20 anni il caso fa ancora discutere.

Gli inquirenti in queste settimane si stanno chiedendo se anche altre sparizioni possono essere ricondotte all’attività maniacale di Robert Black. Nel 1969 a Norfolk scomparve in circostanze misteriose Aprile Fabb, di tredici anni e nel 1978 Genette Tate, sempre di tredici anni che fu poi trovata ammazzata.
Si stanno cercando dei riscontri sugli spostamenti in quegli anni, Robert Black era solito viaggiare spesso per la sua attività di affissioni di manifesti e girava in lungo e largo per tutta l’Irlanda ed il Regno Unito.

Il capo della polizia di Norfolk si è detto convinto che Black sia l’autore del rapimento e dell’uccisione di Mary Boyle, è stata infatti dimostrata la sua presenza nei luoghi che frequentava la giovane e soprattuto un pub dove i ragazzi dell’epoca si riunivano.

Un testimone dichiarò poi che sentì delle grida provenire da un furgone in concomitanza con la scomparsa di Mary Boyle e il modello combaciava con quello posseduto da Robert Black.
Un altro fatto insolito fu che nel 1978, ad un anno dalla scomparsa di Mary Boyle, Robert Black cercò di prendere informazioni sulla sorella gemella di Mary. Alcune donne dichiararono che l’uomo si infastidì molto quando non ebbe le risposte che desiderava.

Lascia un commento

Back to Top