HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti dal mondoNewsJoseph Acquaro, avvocato di origini calabresi, freddato a Melbourne

Joseph Acquaro, avvocato di origini calabresi, freddato a Melbourne

di

Joseph Acquaro è un nome molto noto a Melbourne. Tra i suoi clienti spunta il nome del bosso Tony Madafferi, persona di spicco nella ‘ndrangheta calabrese esportata in Australia. Il legale è stato freddato a colpi di pistola.

joseph acquaro-omicidio australiaJoseph Acquaro è un avvocato di origini calabresi molto noto a Melbourne. È stato ucciso a colpi di arma da fuoco mentre entrava in auto, a Lygon Street, una delle strade più importanti del quartiere italiano di Carlton. Il corpo è stato rinvenuto solo alle 3 del mattino da un netturbino in servizio. La polizia ha cercato il colpevole nella ‘ndrangheta calabrese che ha base a Melbourne ma è radicata in varie zone dell’Australia. Secondo alcune indiscrezioni pare che il boss Tony Madafferi avesse offerto una taglia sulla vita dell’avvocato. Joseph Acquaro aveva difeso molti esponenti della criminalità organizzata calabrese, tra cui il fratello del boss, attualmente detenuto in carcere perché accusato di vari reati tra cui l’importazione di 4,4 tonnellate di ecstasy nascoste in barattoli di pomodori.

Purtroppo Joseph Acquaro dopo un po’ di tempo ha avuto dei problemi economici e il boss Madafferi è convinto che sia stato proprio lui a rivelare tutti i segreti della ‘ndrangheta calabrese in Australia ad un giornalista, Nick McKenzie, così come riporta Il Fatto Quotdiano. Sia il legale che il giornalista erano stati avvisati del pericolo che correvano, ma Joseph Acquaro aveva sopravvalutato la situazione.

54 anni, padre di tre figli, Joseph Acquaro non era mai stato coinvolto in attività criminali, noto per la sua abilità a risolvere i problemi dei connazionali con la burocrazia australiana, era stato anche presidente della Camera di Commercio italiana.

Su Il Lametino è apparsa un’importante indiscrezione nelle indagini per questo delitto. A quanto pare la direzione nazionale antimafia ha intenzione di collaborare con la polizia australiana in questa che è una vera e propria lotta alla ‘ndrangheta. L’omicidio di un professionista come Joseph Acquaro è un chiaro segnale che l’organizzazione mafiosa è sempre più forte. Le autorità italiane in passato hanno cercato di avvisare quelle australiane del rischio, ed è per questo che è stata avanzata la richiesta di indagini congiunte.

Lascia un commento

Back to Top