HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti dal mondoLa piccola Kamya di 3 anni uccisa a bruciapelo da un killer
Kamya

La piccola Kamya di 3 anni uccisa a bruciapelo da un killer

di

La piccola Kamya uccisa a bruciapelo da un killer che poi ha sparato anche al padre e ha ferito un’altra bambina. Probabilmente la causa è una vendetta trasversale

KamyaUn altro delitto efferato sconvolge gli Stati Uniti a poche settimane dall’accoltellamento mortale di un bambino di sei anni a New York. Questa volta la vittima è una bimba di nemmeno 3 anni, Kamya, che li avrebbe compiuti tra pochi giorni. Invece un killer le si è avvicinato a Detroit mentre stava giocando sul prato davanti a casa con degli amichetti e l’ha freddata senza pietà.

Appena dopo ha anche puntato la pistola contro il padre, ferendolo al ventre e prima di scappare ha così ferito allo stomaco e alle gambe anche una bambina di 12 anni. La causa di tutta questa violenza? Secondo il portavoce della polizia del Michigan, che nelle notte tra mercoledì e giovedì ha fermato un sospettato, sarebbe un gesto di vendetta per una sparatoria dello scorso aprile in un locale della città che aveva visto coinvolto il 34enne padre della piccola Kamya.

Un killer sarebbe stato fermato anche grazie alla testimonianza di un uomo che si era fermato lì vicino con la macchina, in visita ad alcuni parenti: “Ho visto quest’uomo che scendeva da un furgone bianco, aveva una pistola in mano e mi sono nascosto dietro la mia macchina. Ho visto che ha puntato la pistola contro la bambina e mi sono detto che non avrebbe potuto sparare a una bambina. Invece l‘ha fatto. Credevo che avrebbe sparato a tutti, che volesse fare un massacro. Invece è scappato verso il furgone ed è fuggito”.

La più sconvolta è ovviamente Erica Gross, la mamma della piccola vittima che per motivi di lavoro aveva lasciato la bimba dai nonni e non l’ha più vista viva: “Il mio cuore è distrutto. Il mio cuore è morto. Sono una mamma giovane, ma i due anni con Kamya sono stati gli anni più belli della mia vita. E ora me l’hanno tolta per sempre”.

Lascia un commento

Back to Top