HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti dal mondoOmicidi in FamigliaKayleigh Slusher, a 3 anni violentata ed uccisa dalla madre

Kayleigh Slusher, a 3 anni violentata ed uccisa dalla madre

di

La piccola Kayleigh Slusher, fantastica bambina con un viso d’angelo e un sorriso tenerissimo, aveva appena tre anni e una vita ancora da percorrere. Tutti fanno fatica a credere alla mostruosità che i propri genitori le hanno fatto. Il fatto è avvenuto in California

Biondi capelli lunghi e grandi occhi scuri innocenti, Kayleigh Slusher ha dovuto subire prima una violenza dalla persona che avrebbe dovuto proteggerla per sempre che alla fine di tutto l’ha uccisa. Una madre che uccide la propria figlia, un delitto contro natura.

Kayleigh Slusher è stata uccisa senza pietà dalla 23enne Sara Krueger etichettata come una persona squilibrata che era già nota alle Forze dell’ordine a causa della sua lunghissima fedina penale. Suo complice è stato il compagno 26enne pluripregiudicato Ryan Scott Warner.

Violentata e poi picchiata a morte per poi essere nascosta senza vita nel freezer fino a che i due assassini non hanno deciso di disfarsene come se fosse un oggetto rinchiudendola in una valigia, Kayleigh Slusher è stata tradita dalla madre fino alla fine.

I vicini hanno allertato la polizia di Napa che per fortuna è riuscita subito ad intercettare ed arrestare Ryan e Sara. I due che ora rischiano la pena di morte, non hanno dato nessuna spiegazione riguardo l’omicidio della piccola eppure la donna fino a qualche giorno prima si era descritta su Facebook come una madre fiera della propria bimba e soprattutto appagata per la gioia che Kayleigh Slusher riusciva a regalarle.

Kayleigh SlusherIl padre biologico della vittima che al momento è detenuto in carcere, ha saputo del massacro della bambina tramite telegiornale.

Il procuratore della contea di Napa, Gary Lieberstein, ha lanciato un importante messaggio a tutti i genitori del mondo dopo aver saputo dell’omicidio di Kayleigh Slusher:Se avete figli o nipoti di qualsiasi età, stringeteli forte a voi stasera”.

Lascia un commento

Back to Top