HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Omicidi in FamigliaLa morte del piccolo Loris Stival: dov’è finito il suo zaino?

La morte del piccolo Loris Stival: dov’è finito il suo zaino?

di

Tra le 9 e le 10 del 29 novembre, in quei pochi istanti, qualcuno mette fine alla vita del povero Loris Stival. Subito dopo, il bambino viene trascinato lungo un canale: ci sono resti di erba sulle scarpine, ma non sotto le suole.

andrea-loris-e-la-mamma-1728x800_cI segni lasciati dall’erba sono solo sulla parte laterale del piede destro, come se qualcuno lo avesse trasportato in questa maniera. E’ quanto abbiamo appreso, e non ci sono dubbi sulla dinamica: Loris è arrivato esanime da qualche minuto.

Un dato confermato anche da un altro particolare: Loris ha sbattuto la testa da un’altezza pari a tre metri e 10. Eppure, ha perso pochissimo sangue: questo questo perchè il suo cuore aveva già smesso di battere. A questo punto ci chiediamo se Loris abbia veramente marinato la scuola (come sostiene la madre).

E se invece , lungo la strada, avesse incontrato il suo mostro? Si tratterebbe di qualcuno che avrebbe avuto il tempo e il modo di agire: avrebbe quindi tolto le mutandine, gli avrebbe rimesso i pantaloni, e lo avrebbe soffocato con le fascette da elettricista, e  poi lo avrebbe gettato nel fosso. Senza che nessuno abbia visto qualcosa, e senza lasciare nessuna traccia.

E’ una ricostruzione poco probabile: l’assassino di Loris ha agito in un luogo chiuso, e lontano da occhi indiscreti. Qualcuno di cui si fidava. Da tempo, la zia di Loris chiedeva agli inquirenti di prelevare i campioni di dna a tutte le persone che erano vicine al piccolo. Anche ai familiari.

Eppure, sembra che nessuno abbia più ritrovato gli indumenti del piccolo Loris. Ma c’è un altro fatto che fa riflettere: perchè un assassino casuale avrebbe dovuto occultare lo zainetto di Loris, quando avrebbe potutto gettarlo lì, accanto al suo corpicino?

Invece, a quanto pare lo zainetto è stato nascosto per bene: è li dentro la chiave del mistero? Le mutandine del bambino potrebbero essere lì dentro, e potrebbero essere sporche in seguito al soffocamento? Anche l’arma del delitto è nascosta?

Le indagini non sono ancora chiuse: la madre, Veronica Panarello, è stata arrestata. Tuttavia, gli inquirenti stanno cercando lo zainetto. Una testimonianza riporta che quella stessa mattina avrebbe visto un uomo alto, con una macchina rossa, gettare qualcosa in un cassonetto. Nonostante la raccolta differenziata fosse ststa momentaneamente sospesa a Santa Croce.

La macchina rossa, effettivamente, si nota dalle telecamere, ma passa fuori dagli orari in cui presumibilmente Loris è morto. Nonostante la madre di Loris, Veronica, si professi innocente, da tempo il marito Davide Stival non le crede più.

Fa impressione, però, che sotto questa attenzione mediatica sia passato inosservato un altro omicidio a Santa Croce Camerina: si tratta di un bracciante agricolo che ha lasciato 4 figli e una moglie. Ma lui non fa notizia.

(Fonte Chi L’Ha Visto)

Lascia un commento

Back to Top