HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
ScomparsiFrigentina del Rosario: ad oggi il mistero non è stato risolto
frigentina

Frigentina del Rosario: ad oggi il mistero non è stato risolto

di

Tania, la figlia di Frigentina del Rosario scomparsa il 2 febbraio, è convinta che la madre sia stata uccisa e i suoi abiti sparsi ad arte sulla scena.  Da allora di lei, più nulla. Solo tante domande senza risposta, come quella sugli abiti di Frigentina, ritrovati nel bosco alcuni giorni dopo la sua scomparsa.

frigentinaUna circostanza che richiama quella di Elena Ceste, scomparsa solo 9 giorni prima di Frigentina. Come per Frigentina, la svestizione sarebbe l’ultimo atto prima prima della scomparsa, ma come per Elena Ceste, anche per Frigentina c’è la stessa domanda: quegli abiti li ha abbandonati lei?

Rimasta vedova più di 10 anni fa, Frigentina abita in Liguria dove si divide tra Albenga (dove vive con i suoi figli), e Vendone nell’entroterra ligure dove viveBruno, il suo compagno. Lui è stato l’ultimo a vedere Frigentina quella domenica.

Da lui si sarebbe allontanata quel 2 febbraio. In prossimità non ci sarebbero altre abitazioni. E così, anche qui la gente si chiede come possa essere sparita Frigentina: dove è andata la donna scalza e svestita in pieno inverno?

Che Frigentina si sia allontanata volontariamente, non lo credono nemmeno gli inquirenti che indagano sulla scomparsa, e che hanno aperto un fascicolo per sequestro di persona. Allora cosa è successo quel 2 febbraio? La figlia Tania l’ha sentita il venerdì prima della sua scomparsa, e aveva il sentore che la madre fosse un po’ abbattuta.

Proprio per questo le chiede di tornare a casa, ma ilcompagno della donna, Bruno, le chiese di rimanere ancora un po’. Frigentina acconsentì, ma quella domenica è successo qualcosa. La sorella di Tania, quel giorno, va a trovare la madre. Va via alle 17 del pomeriggio, e lascia Bruno e Frigentina da soli. Cosa succede?

Sono le 17.30: dove è andata Frigentina? In pochi minuti la donna sembra essere sparita nel nulla. Bruno, non vedendo rientrare la donna,  inizia a cercarla. Subito dopo chiama i figli, i quali avvisano i Carabinieri. Dopo 4 ore scatta l’allarme. Si mobilitano le squadre di soccorso: nonostante il maltempo, la zona viene battuta palmo a palmo.

Le zone vengono analizzate da speleologi, sommozzatori e dai tantissimi volontari che vogliono dare una mano alle ricerche. Nonostante l’enorme dispiegamento di forz,e di Frigentina non sembra esserci traccia. Fino a quando, tre giorni dopo, ecco che vengono ritrovati i primi oggetti personali: il cellulare di Friugentina e un coltello da cucina.

Sono a circa 300 metri da casa, lungo il pendio. La sera stessa vengono ritrovate anche le scarpe: se le sarebbe tolte lei? E per quale ragione? A piedi nudi quanto tempo pouò aver camminato? Si fa strada l’ipotesi del depistaggio. Il giorno dopo, nello stesso punto, vengono ritrovati dei calzettoni di lana e una maglietta. Entrambi gli indumenti sono stati riconosciuti dai familiari. Anche questi non erano stati visti prima. Ma la maglietta ha un particolare: è parzialmente bruciata. Ma chi gli ha dato fuoco?

Negli stessi giorni anche la giacca nera viene trovata a ridosso della strada provinciale. Accanto c’è un triciclo rosso. Anche Tania lo aveva notato mentre cercava la madre. E se non è stata lei a lasciare i vestiti, chi li ha portati? Troppe domande, e poche risposte: il mistero continua.

 (Fonte Chi l’Ha Visto)

Lascia un commento

Back to Top