HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
ScomparsiLa scomparsa di Padre Dall’Oglio, la famiglia chiede notizie
Paolo Dall'Oglio

La scomparsa di Padre Dall’Oglio, la famiglia chiede notizie

di

Appello della famiglia di Padre Dall’Oglio: “Vogliamo notizie di nostro fratello”

L’appello dei familiari risuona forte e disperato: ” E’ oramai passato un anno da che non si hanno notizie di nostro figlio e fratello Paolo, sacerdote gesuita, italiano, scomparso in Siria il 29 luglio 2013. Tanto, troppo tempo anche per un luogo di guerra e sofferenza infinita come la Siria”.

Paolo Dall'Oglio

Paolo Dall’Oglio

“Chiediamo ai responsabili della scomparsa di un uomo buono -continuano i familiari di Dall’Oglio-, di un uomo di fede, di un uomo di pace, di avere la dignità di farci  sapere della sua sorte. Vorremmo riabbracciarlo ma siamo anche pronti a piangerlo. Domani, ad un anno dalla sua scomparsa, in tanti pregheremo e saremo vicino a lui, a tutti i rapiti, agli ingiustamente imprigionati e alle tante persone che soffrono a causa di questa guerra”.

Era il 29 luglio 2013 quando Padre Dall’Oglio, appartenente all’ordine dei gesuiti, rientrato da una missione umanitaria in Siria, fu sequestrato. Il missionario era il fondatore di una comunità monastica, precisamente a Deir Mar Musa, dove ha svolto per 30 anni una intensa attività di dialogo interreligioso e dal quale è stato espulso nel 2012 dal regime di Assad.

L’appello dei familiari di Padre Dall’Oglio lascia spazio, fino a questo momento, al  silenzio e al dolore accompagnati a brandelli di speranza che si affievoliscono col fare dei giorni. Ma se il passare del tempo non scalfisce sentimenti e speranza, quel che è atroce per chi resta nell’attesa,  è l’indifferenza verso la vita, il non rispetto nei confronti di essa, nel solo nome di un mostro chiamato guerra.

 

Lascia un commento

Back to Top