HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
ScomparsiLa scomparsa di Raffaele Pacelli: dal 30 dicembre non si hanno più notizie
raffaele pacelli

La scomparsa di Raffaele Pacelli: dal 30 dicembre non si hanno più notizie

di

Raffaele Pacelli è scomparso lo scorso 30 dicembre a San Salvatore Telesino. Il barbiere sembra essersi dileguato nel nulla, e la famiglia ha lanciato vari appelli in tv: dalla trasmissione Chi L’Ha Visto fino a Pomeriggio 5.

raffaele pacelliFino ad oggi, però, dell’uomo non si ha nessuna notizia: in mattinata si è tenuta una riunione in prefettura per fare il punto della situazione. Da quanto hanno raccontato i familiari, Raffaele il giorno della scomparsa aveva ricevuto una cartella esattoriale da Equitalia pari a 3000 euro. Probabilmente, la preoccupazione e lo sconforto, lo hanno fatto vagare. Ma perchè non torna a casa?

Tra l’altro, il telefonino del barbiere è sempre muto: solo nelle prime ore del primo gennaio sembrava tornato attivo, per poi scomparire nuovamente nel nulla. Insomma,un mistero che si sta facendo sempre più fitto. Nei giorni scorsi, poi, varie segnalazioni hanno fatto sperare in una risoluzione, ma per ora si sono dimostrate vane.

Un tassista, infatti, aveva detto di averlo visto il primo gennaio a Benevento. Un’altra segnalazione, invece, aveva collocato Raffaele Pacelli vicino alla stazione ferroviaria di Caserta pronto per spostarsi in qualche altra località. E’ proprio per questo che i suoi familiari continuano a lanciare appelli in tv.

La moglie, a questo proposito, ha supplicato il marito di tornare a casa: “Tutto si aggiusta…Torna per le bambine, anche loro ti aspettano”. Le ricerche del barbiere erano iniziate ancora prima che la moglie Anna Campanaro presentasse formale denuncia presso il commissariato di polizia di Telese Terme.

Non solo: per Raffaele Pacelli sono state impiegate diverse squadre. I vigili del fuoco, composte da Tas e unità cinofile ad esempio, hanno esplorato l’agro di Monte Pugliano nel tratto compreso tra i comuni di Telese Terme e San Salvatore Telesino. L’Unità Operativa della Protezione civile della Regione Campania, invece, ha perlustrato la zona con l’ausilio dei cani da scavo, e coadiuvata anche da appartenenti al Soccorso Alpino.

Infine, anche una squadra di sommozzatori ha ispezionato un invaso artificiale situato all’interno dell’agro Monte Pugliano. L’attività di ricerca, al momento, non ha dato l’esito sperato.

Lascia un commento

Back to Top