HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Omicidi in FamigliaLamberto Albuzzani: Uccide moglie e figlio, poi si toglie la vita

Lamberto Albuzzani: Uccide moglie e figlio, poi si toglie la vita

di

Un omicidio – suicidio che ha stroncato tre vite, un’ennesima tragica vicenda che si è svolta ancora una volta tra le mura domestiche. Lamberto Albuzzani è stato l’autore di tale episodio avvenuto in provincia di Firenze

Le tragedie familiari non hanno mai fine, l’ultima è avvenuta a San Piero Ponti, dove il 67enne Lamberto Albuzzani, ha ucciso a colpi di fucile la moglie e il figlio per poi suicidarci con la stessa arma con cui ha sterminato la sua famiglia. Un duplice omicidio ed un suicidio che ha stroncato tre vite.

La dinamica che di tale gesto è ancora al vaglio degli inquirenti, ma sembrerebbe che Lamberto Albuzzani, presidente della Banca di Credito Cooperativo Area Pratese, abbia ucciso con il suo fucile da caccia detenuto regolarmente, prima la moglie e poi il figlio di soli 23 anni.

Prima di dare il suo addio definitivo, l’uomo ha chiamato al telefono i vicini di casa, che preoccupati per la silenziosa telefonata ricevuta da Lamberto Albuzzani, si sono immediatamente precipitati alla villa dell’uomo. Mai avrebbero immaginato tale violenza. Al loro arrivo purtroppo la tragedia si era già consumata e tutti i componenti della famiglia erano già deceduti.

Il motivo di questa follia, è forse la situazione in cui si trovava a vivere l’uomo da qualche tempo. Albuzzani era infatti stato indagato per la gestione dell’istituto di credito ed era stato accusato di falso bilancio e di falsi strumenti finanziari.

lamberto albuzzaniTutti hanno descritto Lamberto Albuzzani come una persona molto pacata e tranquilla, sicuramente incapace di fare del male specialmente nei confronti della sua famiglia.

Probabilmente, l’uomo aveva intenzione di suicidarsi dato che è stata ritrovata una lettera indirizzata alla moglie che forse, lo ha sorpreso poco prima del tentato gesto: “Ricordati di pagare la multa che è sul tavolo, Lascia che dell’eredità si occupi il notaio che deve andare tutta a Marco”.

Lascia un commento

Back to Top