HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
ScomparsiGuerrina Piscaglia: sms compromettenti e la rivale in amore

Guerrina Piscaglia: sms compromettenti e la rivale in amore

di

“Chi sa, parli”: diceva il Vescovo di Arezzo, monsignor Riccardo Fontana. Perchè qualsiasi informazione, apparentemente insignificante, potrebbe essere preziosa per capire cosa sia successo a Guerrina Piscaglia.

Guerrina PiscagliaEppure, qualcuno che voleva parlare c’è: è un’amica di Guerrina. 10 giorni dopo la sua scomparsa, la donna riceve sul suo cellulare un messaggio inviato proprio dal telefono di Guerrina. Ma andiamo con ordine.

Il giorno prima della scomparsa, Guerrina aveva confidato all’amica, di essere disperata: le aveva detto che la sua passione per Padre Graziano non la faceva dormire. Le provocava una forte sofferenza, e notti insonni. Inosmma, non ce la faceva più a vivere in quelle condizioni. E’ il 30 aprile.

Il giorno dopo, il primo maggio, Guerrina scompare. L’unica cosa che si sa è che stava andando verso la Canonica. Verso Ca’Raffaello.

Passano i giorni, e in paese se ne parla. Qualcuno mette in giro la voce che Guerrina si sia allontanata volontariamente, abbandonando tutto, ma soprattutto abbandonando il figlio Lorenzo. L’amica di Guerrina non ci sta: vuole vederci chiaro. Non crede all’allontanamento volontario, e crede che le ragioni della sua scomparsa siano da ricercare in quel comportamento peccaminoso tra Guerrina e Padre Graziano.

Passano altri giorni: è il 9 maggio, e l’amica di Guerrina non avendo più notizie, e vedendo che nessuno la cerca, decide di parlarne con qualcuno. Si rivolge all’ex parroco di Ca’Raffaello. La donna racconta che Guerrina soffriva per amore di Padre Graziano. Cosa succede dopo? Cosa fa Don Arialdo?

L’ex Parroco incontra Padre Graziano, ma non si sa con esattezza cosa si dicono. Ciò che è certo, e sconvolgente, è che l’amica riceve, il giorno dopo questo incontro, un messaggio piuttosto inquietante. Ma ciò che lascia ancora più straniti è che quelle parole sono state scritte con il cellulare di Guerrina.

Ecco il testo: “Ti ho mandato un messaggio perchè mi fido, ma sono delusa. Hai invitato qualcuno a casa tua, e gli hai parlato male di un uomo di Dio per la mia situazione,. Nessuno di lì mi ha fatto sparire: sono dal mio amoroso. Bisogna avere timore di Dio: non ti manderò più un messaggio. Sei bugiarda e piena di falsità”.

Questo messaggio è stato inviato dal cellulare di Guerrina. Eppure, la donna è scomparsa da 10 giorni, e non si è fatta sentire più da nessuno: nemmeno dai suoi familiari. Ma la domanda che torna alla mente è solo una: come fa Guerrina a sapere che la sua amica ha parlato con Don Arialdo della sua scomparsa, e del suo rapporto con Graziano?

Eppure, non c’erano testimoni: l’amica aveva invitato solo Don Arialdo. Quest’ultimo aveva parlato con Padre Graziano. E se quel messaggio non fosse stato inviato da Guerrina? E’ la conclusione a cui arriva l’amica: non sa cosa fare.

E’ a questo punto che la donna decide di parlare con la Curia di Arezzo, e si incontra con monsignor Dallara: l’amica dice di aver ricevuto il messaggio, e gli spiega che voleva andare dai carabinieri. Il vicario, però, le chiede di desistere dalla sua intenzione, in quanto ciò metterebbe in moto un meccanismo lungo.

Siamo ancora nel mese di giugno: l’amica di Guerrina decide di non parlarne con nessuno, e non va dalle forze dell’ordine. Ma passano altri tre mesi senza ricevere notizie, e per la donna sono come un tormento: alla fine decide di andare dai carabinieri. Quando l’sms arriva all’attenzione degli inquirenti siamo nel mese di agosto, e Guerrina è scomparsa da ben 4 mesi.

Nel frattempo Padre Graziano rimane l’unico imputato di questa vicenda, ed è proprio a lui che viene invitao l’ultimo messaggio. Guerrina gli dice che arriverà a cucinargli il coniglio, e che poi faranno l’amore. Il prete prima declina l’invito, e poi le dice “vieni, la porta della canonica è aperta”.

La polizia postale, grazie all’uso di avanzate tecno,ogie, è riuscita a rintracciare tutti i messaggi che i due amanti si sarebbero scambiati: si tratta di ben 4000 messaggi. Ma cosa si dicevano Guierrina e Graziano? Purtroppo, non è stato possibile recuperare il testo, perchè il cellulare del prete era troppo vecchio.

Una cosa è certa, ed è stata ammessa dallo stesso Padre Graziano davanti agli inquirenti (prima di avvalersi della facoltà di non rispondere): Guerrina gli aveva detto di essere incinta, e che lui era il padre del bambino. Ma era la verità?

Come se non bastasse, dietro a questa storia potrebbe esserci anche un altro segreto: oltre a Guerrina, infatti, potrebbe subentrare la storia di un’altra donna. La Piscaglia la vedeva come una possibile rivale, e aveva confidato il suo tormento (alcuni giorni prima di scomparire) ad una sua amica.

Insomma, un mistero chenon ha ancora una fine.

(Fonte Chi L’Ha Visto)

Lascia un commento

Back to Top