HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
NewsOmicidi in FamigliaLitigano a colazione: marito uccide la moglie, tragedia inspiegabile
tragedia familiare

Litigano a colazione: marito uccide la moglie, tragedia inspiegabile

di

Tragedia familiare a La Spezia. Un uomo di 83 anni ha ucciso la moglie di 79 mentre facevano colazione. I coniugi discutevano per motivi economici. Dopo il gesto l’uomo si è costituito.

Questa mattina a La Spezia si è consumata una tragedia familiare che ha lasciato tutti sgomenti. Un uomo di 83 anni, Loreno Ruffini, ha ucciso la moglie Rosanna Fortunato di 79 anni. Sono poche le notizie che giungono dalla città, le prime indiscrezioni di cui vi parliamo sono state riportate da Fanpage. Stando ad una ricostruzione parziale dei fatti, marito e moglie stavano facendo colazione quando ad un certo punto avrebbero iniziato a litigare, poi la violenta reazione. Oggetto della discussione alcuni motivi economici che turbavano la coppia di anziani coniugi. Poco dopo Ruffini si è recato dai carabinieri per raccontare quanto accaduto, costituendosi. L’uomo in queste ore è sotto interrogatorio.

I carabinieri del nucleo investigativo stanno indagando sulla vicenda per stabilire l’esatta dinamica dei fatti. La strada al momento è stata bloccata per impedire ai soliti curiosi di avvicinarsi alla palazzina dove è avvenuto l’uxoricidio. I vicini sono senza parole, qualcuno di loro, intervistato dai giornalisti ha riferito di aver sentito delle urla ma non di non aver immaginato che fosse accaduta una tragedia. Altri hanno detto di aver visto l’ambulanza arrivare a sirene spiegate. Purtroppo per la donna non c’era più nulla da fare, i medici hanno constatato il decesso.

Ruffini e la moglie erano molto legati, mai uno screzio in pubblico, una coppia perfetta. Un’amica della vittima vuole incontrare l’anziano e chiedere perché ha compiuto questo gesto. La 79enne era una donna forte e attaccata alla vita. Nessuno però immaginava che la coppia avesse problemi economici. Maggiori approfondimenti nelle prossime ore.

Lascia un commento

Back to Top