HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti ItalianiL’omicidio di Madalina Palade e Yara Gambirasio

L’omicidio di Madalina Palade e Yara Gambirasio

di

Per Isaia Schena che ha ammazzato Madalina Palade disposto anche il test del dna per scoprire se è lui Ignoto 1

Madalina PaladeQuando è stato soccorso sul Monte Bue, Isaia Schena trasportatore di 37anni con la pancia ancora sanguinante ha sussurato solo: “abbiamo litigato e l’ho colpita con una bottiglia, lei mi ha ferito con un coltello”.
Ora si trova all’ospedale con la gravissima accusa di aver ammazzato Madalina Palade. I soccoritori accorsi sul posto hanno trovato una scena agghiacciante, la povera Madalina Palade su un lettino con delle vistose ferite alla testa e un profondo taglio alla gola, Isaia era invece rannicchiato sotto una coperta vicino al lettino, sanguinante.
Le parole che Isaia ha detto non avranno però nessun valore giuridico in quanto vengono identificate come dichiarazioni senza la presenza di un legale ma certamente hanno permesso agli inquirenti di avere immediatamente un quadro della situazione e del contesto.

Oggi, difeso dall’avvocato Roberto Bruni, Isaia verrà nuovamente sentito come da prassi. Nel frattempo si è scoperto che su Isaia Schena pende una condanna di 3 anni di reclusione per l’aggressione e un tentativo di violenza sessuale verso un altra ragazza rumena come Madalina Palade

.
Il giudice che ha in mano le indagini Alberto Vito si recherà all’ospedale per ascoltarlo e se lo ritenesse fuori pericolo di tradurlo in carcere. Formalmente Isaia Schena è un incensurato e il giudizio è ancora in appello per il precedente reato.

Il prossimo venerdi verrà eseguita l’autopsia sul corpo martoriato di Madalina, ma non dovrebbero esserci molti dubbi sulla dinamica dell’aggressione che sembra essere stata condotta ad un esame preliminare con bottigliate e con l’uso di un coltello. L’unico dubbio che hanno gli inquirenti è il giorno della morte, che potrebbe essere anche la domenica e non lunedi quando sono arrivati i soccorsi.
Infatti Madalina aveva programmato il suo incontro con Isaia Schena la domenica, cosi come la fidanzata storica di Isaia che doveva vedersi proprio la domenica con il fidanzato ha dichiarato che il ragazzo l’ha avvertita per disdire l’appuntamento con una scusa.
Tanti altri elementi farebbero supporre che l’omicidio si avvenuto la domenica, in quanto era stato visto con una ragazza molto rassomigliante a Madalina nel bar degli anziani di Cene proprio la domenica, e la sera non era rientrato a casa destando preoccupazione nei familiari e negli amici del biliardo.
Un altro punto da chiararire sono i segni di un evidente incidente stradale che si vedono sulla sua audi a3 nera, li vicino alla baracca i carabinieri hanno notato anche che l’auto è stata alzata con un cric come se qualcuno volesse sostituire le gomme.
L’ipotesi è che Isaia abbia cercato di riparare la sua audi per scappare dal luogo del delitto, questo farebbe scattare immediatamente l’arresto per pericolo di fuga.
Un altro elemento da tenere in considerazione è che la macchina di Madaline era li, questo evidenzia che la ragazza è arrivata certamente da sola.

Gli inquirenti però nelle ultime ore hanno associato questo omicidio a quello della piccola Yara Gambirasio. Certo i metodi di aggressione e i contesti sono diversi, ma c’è un sospetto.
La giovane rumena Madaline frequentava la movida e certamente in una serata al Notturna Club ha conosciuto il suo assassino, mentre Yara era una bambina che si dedicava solo alla casa, alla scuola e alla danza.
Ma nulla va lasciato intentato, e quindi il PM Letizia Ruggeri ha immediatamente disposto che il dna di Isaia Schena sia comparato con quello di Ignoto 1.
Questo modo di operare degli inquirenti lascia pensare che davvero si stia tentando ogni strada pur di acciuffare il killer di Yara. Già lo scorso settembre era stata fatta una comparazione con il killer di Lodi.

Lascia un commento

Back to Top