HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti dal mondoLondra: Stefano Brizzi, fan di Breaking Dead, ha ucciso un uomo come nella serie tv

Londra: Stefano Brizzi, fan di Breaking Dead, ha ucciso un uomo come nella serie tv

di

Stefano Brizzi, un italiano di 50 anni, residente da diverso tempo nel Regno Unito, ha ucciso un uomo che ha conosciuto su un sito di incontri gay. Per i tabloid è l’assassino di Breaking Bad.

stefano-brizzi_omicidioPer tutti Stefano Brizzi è l’assassino di Breaking Bad. La sua storia ha fatto il giro del mondo e negli scorsi giorni è iniziato il processo contro di lui. I giudici hanno già detto che non è un processo per “stomaci forti”. Brizzi, un italiano di 50 anni residente da tempo nel Regno Unito, è accusato di aver ucciso un uomo conosciuto su un sito di incontri gay “su ordine di Satana”. Il dibattimento si tiene presso uno dei tribunale di Londra dove solitamente si tengono i processi dei delitti più efferati.

Stefano Brizzi aveva lavorato in diverse banche ma la sua carriera è tramontata presto perché faceva uso di droghe e il suo stile di vita era alquanto discutibile. Il delitto alla Breaking Bad sarebbe avvenuto ad aprile. I vicini di casa lamentavano spesso uno strano odore provenire dal suo appartamento. Brizzi diceva sempre che stava cucinando “qualcosa di speciale” per un suo amico, ma un giorno alla porta si è presentata la polizia. L’uomo non è fuggito via, anzi ha raccontato che stava provando a dissolvere un corpo nell’acido. Stefano Brizzi era un fan sfegatato della serie tv Breaking Bad, e il protagonista ad un certo punto, avvelena un rivale e dissolve il suo corpo nell’acido.

Gordon Sempler però non era un nemico di Stefano Brizzi. Il poliziotto di 59 anni aveva accettato l’invito dell’assassinio a trascorrere una notte hot a casa sua. Per l’accusa Brizzi ha prima strangolato Sempler e poi ha trasportato il corpo della vasca da bagno. Successivamente l’ha riempita con l’acido per dissolverlo. Quando è arrivata la polizia della vittima c’erano pochi resti dell’uomo. Stefano Brizzi ha raccontato una storia diversa, secondo lui Gordon Sempler sarebbe morto nel corso di un gioco erotico perverso. L’imputato ha rifiutato la perizia psichiatrica perché sostiene di essere sano di mente. Eppure sono molte le testimonianze di chi descrive Stefano Brizzi come un uomo malato che diceva di credere nel demonio. Ora il processo continua anche se è scontato che Brizzi sarà giudicato colpevole.

Lascia un commento

Back to Top