HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
NewsLuana Ricca, medico brillante: è stata istigata al suicidio?

Luana Ricca, medico brillante: è stata istigata al suicidio?

di

Luana Ricca aveva lavorato a Parigi ed era un medico chirurgo stimato da tutti. È rientrata in Italia per ‘amore’ della famiglia, poi si è tolta la vita. Il fratello ha denunciato a Giallo il degrado della situazione professionale che l’ha avvilita a tal punto da compiere il gesto estremo. Due medici sono indagati per istigazione al suicidio.

Luana Ricca si è uccisa perché umiliata dai colleghi? A questa domanda risponderanno i giudici che hanno deciso di indagare sul suicidio del brillante medico chirurgo. La storia di questa donna coraggiosa che ha rinunciato alla promettente carriera in Francia per amore di suo marito ed è tornata in Italia, è stata raccontata dal settimanale Giallo con le parole del fratello. «Tu stai al tuo posto, non abbiamo bisogno dei tuoi consigli», è questo che hanno detto a Luana Ricca i suoi colleghi quando ha cercato di dare il suo contribuito. La giovane catanese era considerata una promessa della chirurgia ma il 29 dicembre 2015 ha deciso di mettere fine alle sue umiliazioni impiccandosi al balcone della casa dove viveva con il marito e il figlioletto.

La magistratura sta cercando di fare luce su quanto accaduto il giorno del suicidio e sono stati ascoltati due medici indagati per “istigazione o aiuto al suicidio”. Inoltre saranno analizzati il computer, le chiavette usb e il cellulare di Luana che potrebbero contenere informazioni utili. Il giorno prima della tragedia i fratelli Ricca si sono incontrati e il medico era felice, nulla lasciava presagire simili intenzioni, forse ha subito l’ennesima umiliazione sul posto di lavoro. Luana Ricca aveva firmato pubblicazioni su riviste mediche internazionali e aveva eseguito 1.500 tra interventi chirurgici e trapianti. Al professore Aldo Scarpa aveva scritto che era stata ‘sbattuta’ a fare endoscopie perché i colleghi temevano di sfigurare. Luana aveva vinto un concorso per dirigente ma è stata emarginata.

Luana Ricca ha ‘osato’ denunciare la sua situazione in una lettera che ha inviato al presidente Napolitano che è stata ripresa da Radio 24. La donna aveva raccontato le difficoltà di conciliare il lavoro e l’essere donna e i sacrifici che aveva fatto per raggiungere l’eccellenza. Era molto arrabbiata perché in Italia il sacrificio e il merito non pagano.

Lascia un commento

Back to Top