HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
FemminicidioNewsLuca Delfino, uccise l’ex fidanzata con 40 coltellate: “Sono cambiato”

Luca Delfino, uccise l’ex fidanzata con 40 coltellate: “Sono cambiato”

di

luca-delfinoMaria Antonietta Multari, conosciuta da tutti con il nome di Antonella, è stata massacrata nel 2007 dall’ex compagno, Luca Delfino. Ecco le sue ultime dichiarazioni

Quaranta: è questo il numero che ha segnato la morte di Antonella Multari, uccisa il 10 agosto 2007 da Luca Delfino con ben 40 coltellate.

Quel caldo giorno di agosto, Antonella, alla vigilia del suo 33esimo compleanno, passeggiava ignara di tutto con un’amica per le strade di Sanremo. Alle sue spalle, a seguirla, c’era proprio Luca Delfino, che in pochi attimi si avventò sulla vittima massacrandola con una violenza indescrivibile.

Come una storia già sentite milioni di volte, l’uomo non riusciva ad accettare che lei avesse deciso di lasciarlo, per potersi finalmente liberare da quella storia morbosa, malata, fatta di minacce e anche violenza.

La vita di Antonella Multari era diventata un inferno a causa di quell’uomo, violento ed egocentrico che, dopo un episodio molto violento, era stato denunciato dalla donna per percosse, molestie, minacce e violenza domestica. A nulla però era servita la denuncia, poichè Delfino continuava ad essere presente in ogni secondo della vita della 33enne.

L’indifferenza di Antonella e la protezione che riceveva dai suoi genitori, spaventati da quell’uomo, hanno forse contribuito ad accrescere la follia di Delfino, che non si era risparmiato nemmeno di minacciare madre della sua ex fidanzata.

Tutto fino a quel 10 agosto, giorno dell’omicidio, dove ogni minaccia di morte è stata tragicamente messa in pratica. Da quel giorno sono passati 9 anni e Luca Delfino, condannato a 16 anni e 8 mesi, dice di essere cambiato.

“Il Luca Delfino che conoscevate non c’è più, è morto. Nei primi anni di carcere non riuscivo nemmeno a capire che cosa avevo fatto. Poi la religione mi ha aiutato, sono davvero cambiato”.

“Io – racconta Delfino – sto conducendo un percorso personale che mi ha cambiato. Ma io stesso sono consapevole di non essere ancora pronto. Non chiedo di uscire, voglio però prepararmi per il giorno in cui succederà. La religione in questi anni mi ha permesso di capire tutti gli errori della mia vita”.

Da: Ilsecoloxix.it

Lascia un commento

Back to Top