HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti ItalianiMarco Vannini: nuovi particolari sulla sera dell’omicidio

Marco Vannini: nuovi particolari sulla sera dell’omicidio

di

Emergono nuovi dettagli inquietanti sulla sera in cui è avvenuto l’omicidio di Marco Vannini. Ci siamo occupati altre volte del caso del giovane bagnino di Ladispoli ucciso da un colpo partito accidentalmente dalla pistola del suocero, Antonio Ciontoli. Non sono di questo parere i parenti della vittima, in particolare la madre che non si rassegna e vuole conoscere la verità sulla morte di suo figlio. Dalle ultime indiscrezioni pare che Ciontoli avesse detto ai soccorritori di non far sapere a nessuno che avevano sparato a Marco.

marco vanniniSi parla poco dell’omicidio di Marco Vannini, probabilmente perché non è un caso di cronaca di rilievo eppure crediamo che portare alla luce alcuni particolari che stanno emergendo sia utile a fare luce su questa vicenda. L’unico che se ne occupa assiduamente è il settimanale Giallo che ha dedicato ampio spazio alla madre anche questa settimana. Nel reportage è stato messo in evidenza un dettaglio molto importante. Antonio Ciontoli, il padre di Martina, la fidanzata di Marco Vannini, è indagato per omicidio volontario, quella sera avrebbe chiesto al medico del pronto soccorso di non dichiarare sul referto sanitario che il giovane 20enne era stato colpito da un proiettile. A questo punto la situazione nei confronti dell’uomo si aggrava sempre di più. I carabinieri hanno già messo a verbale quelle dichiarazioni. Marina Conte, la madre di Marco Vannini, è convinta che il Ciontoli in quel momento fosse preoccupato più per la sua carriera che per la salute del ragazzo.

Sempre a Giallo, mamma Marina ha confessato tutta la sua rabbia per altri comportamenti poco corretti nei confronti del ragazzo deceduto tenuti dalla famiglia Ciontoli. A quanto pare la famiglia ha da poco festeggiato i 25 anni di matrimonio in grande stile mentre lei è sprofondata nel dolore più profondo. Questa donna vuole solo giustizia. I suoi appelli non sono vani, la criminologa Immacolata Giuliani ha espresso il suo parere su Terzobinario. L’esperta è convinta che non è stato un incidente e che, considerato il profilo di Ciontoli, in una situazione di quel tipo avrebbe allertato immediatamente i soccorsi.

Lascia un commento

Back to Top