HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
NewsScomparsiMaria Pappacoda, 16enne scomparsa da Rozzano. La mamma: “Sono disperata, aiutatemi”

Maria Pappacoda, 16enne scomparsa da Rozzano. La mamma: “Sono disperata, aiutatemi”

di

Maria PappacodaMaria Pappacoda, giovane 16enne, è scomparsa da Rozzano mercoledì scorso. Da giorni la mamma della ragazza è disperata ed ha dunque deciso di lanciare un appello

Maria Pappacoda è scomparsa e la mamma Loredana chiede disperatamente aiuto: “Non ha mai fatto una cosa del genere, non si è mai allontanata da casa, sono disperata non so più cosa pensare, spero qualcuno mi aiuti”.

Maria, che frequenta un istituto professionale, secondo quanto dichiarato dalla donna non avrebbe alcun motivo valido per allontanarsi dalla sua famiglia. La mamma avrebbe già telefonato il fidanzatino della figlia che però si trova a casa: “Il primo a cui ho telefonato quando non è tornata è stato lui. Ma lui è a casa sua”. La 16enne dunque non è scappata con un ragazzino, ma allora dov’è andata?.

Loredana si è già rivolta agli esperti ed avrebbe chiesto aiuto anche alla redazione di “Chi l’ha visto?”: “Mi sono già rivolta ai carabinieri e mi hanno detto di stare tranquilla e che stanno procedendo con le loro indagini. Io però non riesco a stare con le mani in mano, adesso con l’aiuto di amici vogliamo tappezzare tutti i dintorni con manifestini con la sua foto”.

Su profilo Facebook della donna si può inoltre leggere: “L’ansia mi sta divorando. Dentro sono super distrutta piango non dormo. Ti prego Maria torna da me, non vedo l’ora di abbracciarti e stringerti tra le mie braccia. Torna, torna ti prego”.

Sono ore di infinita angoscia per la famiglia della giovane che ha dovuto subire in passato un altro immenso dolore. Durante la strage di Rozzano del 2003 venne uccisa ad appena due anni la sorellina di Maria Pappacoda, Seby, la quale si trovava in braccio alla mamma quando venne improvvisamente raggiunta alla gola da un proiettile. In quella maledetta sparatoria, in cui gli obiettivi erano due giovani, oltre che la bambina e le vittime prestabilite venne ucciso anche un pensionato del quartiere. A compiere quella strage fu Vito Cosco che venne successivamente accusato di quattro omicidi e condannato a 20 anni di reclusione.

Lascia un commento

Back to Top