HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
ScomparsiMariangela Albertoni, continuano le ricerche

Mariangela Albertoni, continuano le ricerche

di

Il programma  “Chi l’ha visto?”, nella puntata del 18 dicembre 2013, continua a parlare del caso sulla scomparsa misteriosa di Mariangela Albertoni, e la famiglia lancia un altro appello

A che punto sono le ricerche di Mariangela Albertoni? La signora 60enne, sorella gemella di Anna, scomparsa da Acquanegra sul Chiese in provincia di MantovaMariangela avvertiva attorno a sè il frusciare delle ali degli angeli che le svolazzavano intorno, e nello stesso tempo aveva rapporti con il “Conte Furbetto”, personaggio singolare e pittoresco del mondo virtuale.

Mariangela intrecciava anche dialoghi, a volte caldissimi, con altri amici virtuali incontrati su facebook . Qualcuno di questi amici era uscito da facebook per entrare nella sua vita reale? Questo qualcuno aveva portato Mariangela con sè? E dove?.

Mariangela Albertoni era scomparsa la notte tra il 3 e il 4 marzo scorso, quando una nebbia fittissima e gelida, che impediva la vista di ogni cosa, era calata sulle campagne e sui paesi a sud di Mantova.

La notizia negativa arriva dalle riprese fatte dalla telecamera posta sul portone d’ingresso della casa di Mariangela, giorni e notti di immagini che sarebbero state preziosissime per seguire i pellegrinaggi notturni della donna, delle quali però non restano che 2-3 minuti.

Una seconda telecamera posta sul retro della casa nel cortiletto dove sono i secchioni della spazzatura riprende Mariangela, sono le 6.48 e poi le 8.15 di domenica 3 marzo, proprio il giorno della scomparsa. Mariangela deposita la spazzatura nei secchioni, ha la stessa tuta rossa che indosserà la sera quando, col piumino sul braccio, andrà via di casa.

Nella ripresa dell’ingresso di casa, Mariangela sembra vestita tutta di bianco, ma è solo un inganno, sono i raggi infrarossi della telecamera che schiariscono ogni cosa per penetrare il buio della notte, in realtà, Mariangela Albertoni è vestita di rosso, come la donna che Roberto Butturi, il ristoratore dice di aver illuminato con i fari della sua auto quella notte intorno a mezzanotte nei pressi del ponte sull’Oglio.

mariangela albertoniUna testimone che il giorno dopo la scomparsa si era recata a casa di Anna Albertoni, per confortarla e sostenerla, aveva assistito al tentativo fatto da un cugino di Anna su incarico dei carabinieri, di estrarre dal disco le immagini riprese dalle due telecamere.

Un paio di minuti prima che Mariangela uscisse di casa, la telecamera posta sul davanti della casa aveva registrato il fascio di luce dei fari di una macchina che si era fermata poco lontano, quella macchina era venuta a prelevare Mariangela Albertoni? Fatto sta, che quei fari nei tre minuti scarsi di registrazione non ci sono più.

Il cugino di Anna ha detto che altre le immagini registrate non ci sono più, sono state cancellate per sbaglio da lui stesso. Se esistessero ancora quelle immagini, potrebbero confermare e approfondire ciò che sta emergendo sempre più chiaramente.

Nelle indagini si è avuta un’altra svolta, navigando in rete Olga Rossi ha scoperto che ancor prima di iscriversi a facebook, Mariangela Albertoni era iscritta ad un sito per cuori solitari dove metteva a disposizione il suo numero di cellulare, cercava insomma un compagno e lo cercava nella zona dove abitava.

Mariangela voleva a tutti i costi un compagno col quale costruirsi una vita, forse però lo cercava in maniera confusa, forse non aveva il coraggio di staccarsi da quelle due donne che amava tanto, Anna sua sorella e Annunziata sua madre, con le quali viveva appiccicata da sempre. Forse era ancora scioccata da quel colpo terribile che la vita le aveva assestato 30 anni fa, quando Mariangela un uomo lo aveva, si chiamava Enzo. Erano fidanzati da più di 10 anni ed avevano deciso di sposarsi, l’abito da sposa glielo avrebbe cucito sua madre Annunziata. Quell’abito però Mariangela non lo indosserà mai, poco tempo prima del matrimonio, poichè Enzo era già sposato.

La madre e la sorella,sono disperate ma non perdono le speranze e chiedono a tutti coloro che chattavano con Mariangela di farsi sentire.

Lascia un commento

Back to Top