HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
NewsScomparsiMariangela Mancini, per la Procura non è suicidio: “Uccisa da strangolamento”

Mariangela Mancini, per la Procura non è suicidio: “Uccisa da strangolamento”

di

Mariangela ManciniMariangela Mancini, 33 anni, è stata rinvenuta priva di vita nei giorni scorsi dopo essere misteriosamente scomparsa. Per la Procura la donna sarebbe stata uccisa da un’asfissia per strangolamento

Immediatamente al ritrovamento del cadavere di Mariangela Mancini si è parlato di un suicidio causato ingerendo dell’acido muriatico, ipotesi che non ha mai convinto i familiari della 33enne. La pista del suicidio è stata etichettata dal capo della procura di Rieti, Giuseppe Saieva, come un tentativo maldestro di distogliere l’attenzione degli inquirenti: “Malgrado la secca smentita di questo ufficio – si legge in una nota – in ordine alle ipotesi di suicidio di Mariangela Mancini, varie fonti di stampa continuano a prospettare la possibilità che la giovane possa aver posto fine alla propria esistenza con mezzi chimici o meccanici assolutamente incompatibili, sulla base delle risultanze autoptiche, con la tesi del suicidio per ingestione di sostanza caustica o autostrangolamento. Tali ipotesi da chiunque formulate, appaiono un maldestro tentativo di distogliere l’attenzione degli inquirenti dall’attività in corso assolutamente inidonee a ritenere ultronee le ulteriori indagini”.

Per la Procura quello di Mariangela Mancini è un omicidio d’impeto, altrimenti non si spiegherebbero i segni trovati sul suo corpo privo di vita, come escoriazioni ed ecchimosi presenti sul collo: “Le profonde compressioni rilevate in tutto il collo, le ecchimosi petecchiali e la cianosi al viso appaiono idonee a stabilire con certezza che la giovane donna sia morta per asfissia da strangolamento”.

E’ per chiarire al meglio le cause del decesso di Mariangela Mancini che la Procura chiede con insistenza nuovi accertamenti.

Fonte: Repubblica.it

Lascia un commento

Back to Top