HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Cold CaseDelitti ItalianiNewsMario Biondo: da Palermo a Madrid per conoscere la verità sulla sua morte, spuntano foto inedite
mario biondo

Mario Biondo: da Palermo a Madrid per conoscere la verità sulla sua morte, spuntano foto inedite

di

Mario Biondo non si è impiccato, questa è la conclusione a cui è giunta Roberta Bruzzone, perito della famiglia. Per 3 lunghi anni i giudici spagnoli hanno tenute nascoste le foto della scena del crimine, ora però la Procura di Palermo le ha acquisite. Su Giallo num. 5, gli ultimi sviluppi della vicenda.

mario_biondo--478x500La lunga strada verso la giustizia non è più in salita per la famiglia di Mario Biondo, il cameraman palermitano trovato morto nella sua casa a Madrid il 31 maggio del 2013. Dopo tre anni di battaglia infatti c’è una svolta importante nelle indagini. Secondo gli inquirenti spagnoli, Mario Biondo si è impiccato alla libreria con una sciarpa. I genitori e i fratelli non hanno mai creduto alla storia del suicidio e sono riusciti ad ottenere che il caso venisse riaperto. Come vi abbiamo raccontato, la Procura di Palermo ha ottenuto una rogatoria internazionale e sono volati a Madrid per ascoltare la vedova di Mario Biondo, la presentatrice Raquel Sanchez Silva, e altre persone.

Roberta Bruzzone, consulente della famiglia Biondo e collaboratrice di Giallo, sul num. 5 del settimanale, ha svelato alcuni dettagli importanti che riguardano le foto della scena del crimine. I giudici spagnoli ne hanno sempre negato l’esistenza ma qualcuno si era lasciato sfuggire che invece gli inquirenti le avevano scattate. La persona in questione è il cugino di Raquel Sanchez Silva che l’ha accompagnata a casa sua dopo che le avevano comunicato quanto era successo.

Perché quelle foto sono spuntate fuori solo dopo 3 anni? Lasciamo trarre a voi le conclusioni mentre procediamo con il racconto. Mario Biondo era stato trovato in piedi, e con i piedi poggiati sul pavimento. I risultati dell’autopsia però raccontavano un’altra verità. Dagli scatti infatti si evince che Mario Biondo è stato trovato quasi supino e basta questo dettaglio per mettere in discussione l’operato della polizia spagnola. Quella dell’impiccagione è stata solo una messa in scena, Mario Biondo è stato colpito alla testa, così come hanno accertato gli ulteriori esami dei consulenti della famiglia. Per stabilire chi ha sferrato il colpo mortale, serve del tempo e altre indagini.

Il viaggio a Madrid si è rivelato molto utile anche se delle dieci persone che dovevano essere ascoltate, se ne sono presentate solo sei (le altre quattro saranno comunque ascoltate in seguito). La prima ad essere chiamata è stata Raquel Sanchez Silva che è apparsa molto più nervosa che in passato e si è contraddetta. Mario Biondo era a conoscenza dei tradimenti della moglie, la donna ha negato, ma sono state trovate delle conversazioni tra la presentatrice e un calciatore. Ad un certo punto ha iniziato a dire che i giornali e le tv italiane hanno ordito un complotto nei suoi confronti. La tensione in aula ha raggiunto livelli altissimi anche quando ha parlato la governante che scoprì il corpo privo di vita di Mario Biondo. La signora Wilma Graciela è scoppiata in lacrime e i dubbi aumentano. Roberta Bruzzone ha spiegato che adesso potrebbe essere chiuso il fascicolo della Procura di Palermo contro ignoti per aprirne uno con nomi e cognomi dei sospettati.

2 commenti

  • Salvina:

    Le persone sentite dai giudici sono state 6 non 4.Gli assenti saranno sentiti presto.

    • Flavia Montanaro:

      Grazie Salvina, provvediamo a correggere. È un refuso.

Lascia un commento

Back to Top