HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
NewsMarta Baroni, trovata morta in un cassonetto: cosa è successo alla fotografa?

Marta Baroni, trovata morta in un cassonetto: cosa è successo alla fotografa?

di

marta-baroniMarta Baroni, fotografa di 34 anni, è stata trovata morta in un cassonetto di Brescia. Gli inquirenti sono ancora a lavoro per far luce su questo misterioso giallo. Di seguito l’appello di un’amica della vittima, reso noto dal settimanale Giallo

Parla l’amica di Marta Baroni, la quale chiede agli esperti di indagare a fondo tra gli amici della 34enne. Per la donna infatti, a provocare la morte della fotografa sarebbe stato qualcuno che lei conosceva: “Marta era una persona generosa e solare. Riusciva a strappare sorrisi a tutti. Ma non era solita andare in giro con degli sconosciuti. Per questo faccio un appello agli inquirenti: indagate tra le persone che frequentava, perchè tra di loro potrebbero esserci alcuni brutti soggetti”.

L’autopsia effettuata sul cadavere di Marta Baroni, ha stabilito che a causare la sua morte sia stata una forte emorragia gastrica, prima di morire pare inoltre che la 34enne abbia ingerito una grossa quantità di droghe.

La domanda a cui bisogna dare una risposta per il momento è una: come ci è finita Marta in quel cassonetto? A parlare a riguardo è stata Lucrezia Pasolini, avvocato della famiglia Baroni: “Mi sembra palese: Marta in quel cassonetto non si è finita d sola. Se le indiscrezioni sugli esami tossicologici fossero confermate, si potebbe ipotizzare che qualcuno l’abbia indotta ad assumere droga”.

Un’altra amica della vittima aggiunge: “Il fatto che Marta fosse coperta conferma che in quel cassonetto non ci è entrata da sola. Agli inquirenti adesso chiediamo giustizia: non soffermatevi sull’ipotesi della droga, senza indagare bene le cause dell’emorragia”.

Cosa è successo quel giorno? Forse Marta ha avuto un malore e chi era con lei, per paura, l’ha nascosta in quel cassonetto? O qualcuno l’ha obbligata ad assumere droghe?

Gli inquirenti per ora si sarebbero soffermati sulla pista delle frequentazioni pericolose: la storia di Marta, nata uomo poi diventata donna, è infatti molto particolare. Le indagini dunque continuano, nella speranza di far luce su questo misterioso caso.

Lascia un commento

Back to Top