HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti StradaliNewsMatteo La Nasa, due anni con la condizionale al colpevole

Matteo La Nasa, due anni con la condizionale al colpevole

di

Nella giornata di ieri, lunedì 22 settembre, si è concluso il processo per la morte di Matteo La Nasa, il ragazzo di diciannove anni travolto il 19 luglio 2010 da un’automobile e morto dopo 16 mesi di agonia

matteo_la_nasa

La sentenza, letta ieri nel tribunale di Lecco dove si teneva il processo, ha stabilito una pena di 2 anni con la condizionale al colpevole Davide Vassena. Lo sconto della pena, che originariamente doveva essere di 3 anni e 2 mesi, è stato ottenuto grazie al patteggiamento fatto dall’imputato.

Vassena aveva perso il controllo della sua auto, andando a sbandare e travolgere i tavolini di un bar. Il destino beffardo ha voluto che, seduto ad uno di quei tavolini, ci fosse il giovane Matteo. La vittima è stata ricoverata per 16 mesi e ha subìto ben nove operazioni al cervello prima di morire.

Molto forte è stata la reazione dei parenti durante la lettura: prima che il giudice avesse finito di leggere il verdetto, i familiari del ragazzo ucciso sono scoppiati in lacrime e, accecati dalla rabbia, hanno urlato ripetutamente la parola “assassino” a Vassena. Per motivi di sicurezza, l’imputato è stato fatto uscire dalle scale di sicurezza del tribunale.

Poco prima della lettura della sentenza Croce Castiglia, la madre di Matteo La Nasa, ha rilasciato una dichiarazione, forse avendo il presentimento di come si sarebbe concluso il processo “Un altro viaggio di disperazione e di dolore che durerà tutta la mia vita. Oggi il giudice deciderà.Oggi ci sarà un giudice che valuterà la vita di mio figlio. Quanto può valere la luce dei miei occhi per la giustizia italiana”.

Una sentenza, quella del processo per la morte del giovane Matteo, destinata ad alimentare polemiche sulla legiferazione del reato di omicidio stradale.

Lascia un commento

Back to Top