HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
NewsMartina Levato, che ha sfigurato con l’acido Pietro Barbini si difende: “non pensavo di fargli male”
martina levato

Martina Levato, che ha sfigurato con l’acido Pietro Barbini si difende: “non pensavo di fargli male”

di

Martina Levato non ha ancora compreso fino in fondo il suo gesto: la 23enne bocconiana, nei giorni scorsi, aveva gettato dell’acido muriatico in faccia a Pietro Barbini. Il ragazzo, ad oggi, si trova ancora in ospedale.

martina levatoLo scorso 28 dicembre, Martina aveva dato appuntamento con una scusa a Pietro Barbini in centro. Il giovane, però, si era fatto accompagnare dal padre che, fortunatamente, è intervenuto in tempo. Già, la giovane insieme all’amante Alexander Boettcher aveva gettato dell’acido in faccia a Pietro, ed erano pronti a finirlo con un martello.

Nei giorni scorsi, Barbini è stato sottoposto a vari interventi chirurgici: rischia di perdere l’uso di un occhio, e anche l’olfatto potrebbe essere stato compromesso. Martina Levato e Pietro erano stati fidanzati al liceo. Poi avevano preso strade diverse: lei si era iscritta alla Bocconi, mentre Barbini era andato a Boston per studiare economia.

Nonostante la distanza i due si sentivano attraverso i social, e sarebbe stata questa corrispondenza virtuale a far esplodere la rabbia di Martina: la giovane aveva già una relazione morbosa con il broker Alexander Boettcher, tanto da farsi incidere la lettera A sulla guancia come pegno d’amore.

Secondo le prime ricostruzioni, Pietro avrebbe provato a far chiudere la storia tra i due amanti, e questo avrebbe fatto nascere il piano diabolico. Nel frattempo i difensori della giovane, Paola Bonelli e Marziano Pontin, richiederanno una perizia psichiatrica per capire se la Levato era in grado di intendere e volere in quel momento.

Alexander Boettcher, invece, nel corso di questi giorni si è avvalso della facoltà di non rispondere: il broker sarebbe stato scagionato più volte dalla stessa Levato. Quest’ultima, subito dopo l’arresto avrebbe infatti dichiarato la sua innocenza. Peccato che Boettcher sia stato visto quel pomeriggio con in mano un martello, e pronto a rincorrere il povero Barbini.

L’8 gennaio si aprirà il processo davanti al giudice delle direttissime di Milano Lorella Trovato. Martina Levato, subito dopo aver parlato con i suoi avvocati avrebbe ammesso: “Volevo punirlo perchè mi infastidiva con avances continue sulle chat, ma non pensavo di fargli così tanto male”.

Lascia un commento

Back to Top