HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Misteri ItalianiAlfredino Rampi: Un monumento per ricordare la tragedia
Alfredino Rampi

Alfredino Rampi: Un monumento per ricordare la tragedia

di

Nel campo dove nel 1981 si consumò la tragedia del bimbo caduto nel pozzo artesiano senza possibilità di salvezza oggi c’è solo terra a coprire tutto. Gianni Alemanno lancia la proposta di un ricordo tangibile

Alfredino RampiI più giovani non se lo possono ricordare, ma 33 anni fa il dramma di Alfredino Rampi, che cadde in un pozzo di Vermicino e nonostante gli sforzi di quanti cercarono di salvarlo anche in diretta televisiva, non poté essere salvato, commosse l’Italia. E ora si torna a parlare di lui per le condizioni in cui versa il campo nel quale successo la tragedia,.

Una lettrice de ‘Il Messaggero’ ha infatti segnalato che quel punto è coperto solo da un mucchio di terra, quasi a cancellare una storia che in molti hanno dimenticato. Così Gianni Alemanno, ex sindaco di Roma, lancia una proposta: “È incredibile che un luogo fondamentale della memoria storica del nostro Paese, il pozzo artesiano di Vermicino, dove 33 anni fa perse la vita Alfredino Rampi, sia stato cancellato con un mucchio di terra. Mi appello al sindaco di Frascati, Alessandro Spalletta, e al presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, affinchè in quel luogo venga eretto un monumento che ricordi la tragica storia di Alfredino Rampi e lo sforzo della famiglia e di tutti i soccorritori per salvare quella giovane vita. Non è troppo tardi, possiamo ancora avere un luogo dove mettere un fiore per Alfredino e per ricordare a noi stessi quanto é importante il governo del territorio, la protezione civile e quanto gravi sono i pericoli a cui sono esposti i nostri bambini”.

Gli fa eco il coordinatore romano di Forza Italia, Davide Bordoni: “Non si può cancellare una parte della nostra storia civile, così dolorosa. Il Sindaco di Roma si attivi con il Sindaco di Frascati affinché sorga un punto a memoria del piccolo Alfredino, per non dimenticare mai più”.

E l’appello per ora è stato raccolto dal primo cittadino di Frascati, Alessandro Spalletta. “Lo scorso 21 giugno ho incontrato la Signora Franca Rampi, mamma di Alfredino, in occasione di una delle numerose iniziative che da due anni a questa parte l’Amministrazione Comunale organizza insieme con il Centro Alfredo Rampi Onlus, per promuovere tra i giovani alunni di Frascati l’educazione alla sicurezza, e in quell’occasione non emerse alcuna problematica relativa al luogo dove accadde la tragedia. Sarà mia cura accertarmi delle condizioni di quel luogo e, d’accordo con la famiglia, valuterò la possibilità di erigere una statua in memoria del piccolo Alfredino, tenuto anche conto che si tratta di un campo di proprietà privata. Ricordo inoltre che una statua di Alfredino Rampi è stata eretta anni fa nel cortile della Parrocchia dei Sacri Cuori di Gesù e Maria di Vermicino”.

 

Lascia un commento

Back to Top