HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti dal mondoMoreno Gallo: Freddato ex boss della mafia in un agguato

Moreno Gallo: Freddato ex boss della mafia in un agguato

di

Un ex boss della mafia, Moreno Gallo, è stato freddato in un ristorante italiano “Forza Italia” ad Acapulco. L’uomo apparteneva al clan di Vito Rizzuto

Moreno Gallo, che da tempo viveva nella località turistica di Acapulco, in Messico, si trovava nel momento e nella serata in cui è stato ucciso in un ristorante italiano con degli amici. Mentre l’uomo cenava, intorno alle 21,00 (ora locale) due uomini vestiti totalmente di nero sono entrati nel locale e hanno preso posto al bar. Successivamente uno dei due si alza, e  scarica 9 colpi di pistola su Gallo.

Nel ristorante inizia il panico totale, Moreno Gallo viene colpito alla testa e tutti iniziano a scappare fuori, a nascondersi nei bagni o sotto i tavoli, mentre i due killer escono indisturbati.

Un regolamento dei conto probabilmente, che ha costato la vita a Moreno Gallo. Le indagini hanno subito a ricostruire la vita della vittima dell’agguato.

Moreno Gallo era di origini calabresi ed entrò a far parte del clan Rizzuto, quindi la sua era una ex vita da malavitoso.

moreno galloL’uomo venne condannato per un omicidio legato alla droga negli anni ’70 in Canada, e nel 2012 è stato espulso dal Paese per aver violato le regole della libertà vigilata e anche per il suo legame con la malavita, tanto che è stato dichiarato: “..era colpevole di numerosi reati e delitti, fra i quali un omicidio premeditato, e aveva un legame attivo con le organizzazioni criminali”.

Successivamente decide di trasferirsi a New York, entrando nel giro del newyorkese Sal Montagna, che aveva conquistato il controllo dei traffici di Montreal. Nel 2011 Sal Montagna viene ucciso, e Gallo viene espulso anche da New York.

Dopo gli USA Moreno Gallo fugge in Messico e si stabilisce ad Acapulco, dove è stato freddato.

Appena dopo, la stampa Canadese è tornata a parlare di mafia, sostenendo il ritorno di Vito Rizzuto uscito dal carcere nel 2012.

 

Lascia un commento

Back to Top