HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Misteri ItalianiMorte di Simone Caselli: gli amici rischiano sino a 18 mesi

Morte di Simone Caselli: gli amici rischiano sino a 18 mesi

di

Il 9 dicembre 2012 il 39enne operaio modenese morì sciando in Piemonte sotto una slavina. La Procura ipotizza che venne provocata dalla condotta incauta sua e degli amici che sciavano con lui

Simone CaselliLa morte di Simone Caselli, 39enne operaio modenese della Ferrari che il 9 dicembre 2012 venne travolto da una valanga a Sauze d’Oulx, una delle località sciistiche più note del Piemonte, non è stata solo una tragica fatalità: ecco perché i suoi tre amici che stavano scendendo sulle piste con lui rischiano una condanna per omicidio colposo sino a 18 mesi.

E’ questa almeno la richiesta del sostituto procuratore di Torino, Emanuela Pedrotta, per gli altri uomini protagonisti della slavina che aveva tolto la vita a Caselli. Infatti l’inchiesta aperta sull’incidente aveva fatto emergere come i quattro, fidandosi troppo evidentemente delle loro capacità, avessero in qualche modo provocato la caduta di una massa di neve notevole in una zona in cui non si poteva in realtà sciare e soprattutto era considerata a rischio di slavine.

Un’accusa, quella dell’omicidio colposo sulla neve, che per la prima volta è stata ipotizzata in Italia e che in caso di condanna (anche se ovviamente si tratterebbe soltanto del primo grado di giudizio) potrebbe fare scuola anche per altri incidenti di questo tipo che purtroppo non solo nel nostro Paese sono sempre più comuni.

Lascia un commento

Back to Top