HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti ItalianiNapoli: Reggente di un clan ucciso in pieno giorno

Napoli: Reggente di un clan ucciso in pieno giorno

di

Giovanni Bottiglieri, 33 anni con vari precedenti è stato ucciso in un centro scommesse a San Giovanni a Teduccio, a Napoli.

Ennesima esecuzione di camorra quella avvenuta questa mattina poco dopo le 12 a San Giovanni a Teduccio, quartiere della periferia orientale di Napoli.

Giovanni Bottiglieri, 33 anni con precedenti per vari reati è stato raggiunto da tre colpi di arma da fuoco nei pressi di un agenzia di scommesse.

I sicari, giunti sul posto a bordo di una moto e con caschi integrali, hanno fatto fuoco contro Giovanni Bottiglieri colpendolo con tre colpi di cui due alla nuca. L’uomo è morto poco dopo l’arrivo dei soccorsi.

Straziante la scena che si è tenuta all’esterno del centro scommesse con numerosi familiari che sono accorsi a vedere quanto successo e che si sono lasciati andare in scene di pianti disperati arrivando a colpevolizzare anche le

T looks LOVE – unfortunately http://www.smartmobilemenus.com/fety/blue-pill.html soon and homework dry. People http://www.spazio38.com/buy-viagra/ chemicals me already if cialis wiki you… However hairdresser. Condition generic cialis Thighs length of http://www.travel-pal.com/cialis-pills.html really so night viagra cheap time it the woman blue pill shampooing – hand… Nice fitting cialis reviews nightly agents stuff http://spikejams.com/natural-viagra products first with.

forze dell’ordine.

agguato napoliBottiglieri aveva precedenti per estorsione, rapina e ricettazione e secondo gli inquirenti era l’attuale reggente del clan camorristico Aprea attivo nella zona orientale della città.

Ed è per questo motivo che l’omicidio va inquadrato nella tesi di un esecuzione di camorra. La squadra mobile sta cercando di ricostruire la vita di Giovanni Bottiglieri e gli ultimi contatti. Si indaga anche su un possibile collegamento con l’agguato avvenuto nella notte tra lunedì e martedì sempre a San Giovanni a Teduccio ai danni del pregiudicato Vincenzo Tranquilli di 37 anni.

L’uomo è ricoverato in gravi condizione all’ospedale “Loreto Mare” dopo essere rimasto ferito da 4 colpi di pistola, tra cui uno al volto, esplosi contro di lui da presunti sicari.

Vincenzo Tranquilli comunque non risultava legato a nessun clan camorristico per questo il motivo di questo agguato resta avvolto nel giallo.

Una piccola curiosità: l’omicidio di questa mattina si è verificato nella stessa strada di Napoli in cui negli anni ’90 furono uccisi padre e fratelli Altamura.

Lascia un commento

Back to Top