HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Cold CaseDelitti ItalianiNapoli: trovato il cadavere di un ragazzo tra i rifiuti

Napoli: trovato il cadavere di un ragazzo tra i rifiuti

di

La scorsa settimana nel napoletano è stato trovato tra i rifiuti il cadavere di un ragazzo. Ad accorgersi della sua presenza un passante che ha avvertito le forze dell’ordine. Aveva mani e piedi legati e dai primi risultati dell’autopsia è emerso che si tratta di un algerino con precedenti penali.

carabinieri_scientificaLo scorso 8 giugno è stato trovato il cadavere di un uomo di età compresa tra 25 e 30 anni. Era stato abbandonato tra i rifiuti accumulati in una strada di San Pietro a Patierno, nel napoletano. Un passante si è accorto che c’era qualcosa di strano tra i detriti e, quando ha capito che si trattava di un cadavere ha allertato le forze dell’ordine.

Gli inquirenti dopo le prime analisi, hanno trovato ferite di arma da fuoco. Inoltre la vittima aveva le mani e i piedi legati e c’erano tracce di corda anche sul collo. Secondo il medico legale l’uomo era deceduto almeno 12 ore prima del ritrovamento. Le indagini sono state condotte dai carabinieri del nucleo investigativo napoletano.

A dieci giorni dal macabro ritrovamento, sono arrivati nuovi dettagli sull’identità dell’uomo. Il cadavere apparteneva ad un algerino con precedenti penali di vario tipo, da rissa a lesioni, contrabbando e ricettazione. I carabinieri della sezione scientifica hanno isolato un’impronta digitale durante l’autopsia e l’hanno confrontata con quelle archiviate nella banca dati. Il sistema ha rilasciato due nomi e due età differenti ma si tratta della stessa persona perché l’algerino non aveva un regolare permesso di soggiorno.

Intanto le indagini proseguono a tutto campo e sono molte le piste seguite dagli inquirenti per fare luce sull’accaduto.

Fonte: Diario Partenopeo

Lascia un commento

Back to Top