HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
NewsNicole, la neonata uccisa dai troppi errori. La sua morte diventa un caso

Nicole, la neonata uccisa dai troppi errori. La sua morte diventa un caso

di

NicoleLa morte di Nicole, nata e morta dopo circa tre ore dal parto, ha sconvolto l’intero paese. I genitori della piccola accusano: “Non è stata una fatalità”. Dieci persone sono finite sotto inchiesta ma gli ospedali, il 118 e la Regione si difendono

Cosa ha causato la morte della piccola Nicole? Malsanità o fatalità? Quel che è certo è che nessuno è riuscito a salvarla. La neonata è deceduta sull’ambulanza che dopo tre ore dalla nascita la stava trasportando in una clinica distante 120km dalla struttura in cui è venuta alla luce. Nessun ospedale è stato in grado di poter ospitare la piccola per mancaza di posti letto nelle Utin.

Nelle ultime ore la Procura di Catania ha confermato che ci sono i primi indagati: “Ci sono responsabilità diverse, noi ci occupiamo di quelle penali di singole persone. Per quanto riguarda i profili organizzativi e la disponibilità delle sale bisogna chiedere a chi è competente, a partire dall’assessorato regionale alla sanità”.

L’assessore Lucia Borsellino ha precisato: “Siamo al di sopra degli standard previsti dalle linee guida ministeriali sotto il profilo delle urgenze neonatali. I nostri posti letto sono in numero superiore. Va accertato quanto è stato fatto in rispetto dei protocolli”.

La clinica Gibiino, dove è nata Nicole, non ha un’unità di rianimazione neonatale nonostante i numerosi parti che avvengono nella struttura ogni anno. Quattro sono invece gli ospedali pubblici che ne possiedono una. Alla Gibiino i medici hanno cercato di stabilizzare la neonata per poterla trasferire in una rianimazione neonatale: “Dagli esami autoptici emergerà che il decesso è stato causato da fattori che esulano dall’attività dei medici della struttura, che hanno fatto di tutto per salvare la vita alla neonata”.

Il problema è sorto quando nessuno degli ospedali aveva posti disponibili nelle Utin: “Il problema non è medico ma politico, questo è solo un boomerang dei tagli sconsiderati alla sanità a Catania nascono 12 mila bambini l’anno e abbiamo, fra tutti gli ospedali, soltanto 38 posti di terapia intensiva”.

L’altra assurdità è quella dell’elisoccorso fermo alle due di notte che avrebbe potuto trasferire la bimba nella struttura di Ragusa in meno di venti minuti.

I familiari di Nicole sono in attesa dell’autopsia e la mamma su facebook ha scritto un commovente post: “Siamo a casa, ed io e il tuo papà stanotte non avremmo dovuto dormire per cullare te, darti da mangiare, cambiarti il pannolino…invece abbiamo pianto quasi tutta la notte per poi addormentarci un pò con la tua camicetta in mezzo a noi, forse sei stata tu amore di mamma a cullarci per farci dormire… Ti amiamo..ti amiamo tanto”

Lascia un commento

Back to Top