HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti dal mondoNisman voleva arrestare il presidente Kirchner: l’Argentina si tinge di giallo

Nisman voleva arrestare il presidente Kirchner: l’Argentina si tinge di giallo

di

Il presunto suicidio di Alberto Nisman non convince nè il popolo argentino,nè tanto meno gli inquirenti. Eppure, c’è chi tenta di insabbiare dei documenti importanti, come la richiesta di arresto della presidentessa Kirchner. Ecco le ultime novità.

alberto nismanAlberto Nisman venne ritrovato morto nel suo appartamento situato in un lussuoso palazza argentino. Fin da subito, però, molti elementi non combaciavano con la scena del crimine, a partire proprio dalla pistola utilizzata per uccidersi.

Secondo le prime indagini apparteneva ad un amico, ma quest’ultimo aveva ammesso di averla prestata per permettere a Nismna di potersi difendere. E poi c’è il giallo sul ritrovamento: perchè le guardie del corpo ci hanno messo 10 ore per butatre giù la porta di casa? E infine, un ultimo dubbio: il registro del palazzo (che indicava chi entrava e usciva) è stato manomesso?

A tutto ciò, ora, si aggiunge un documento importante: Nisman voleva chiedere l’arresto della presidentessa Cristina Kirchner. Le motivazioni risalgono al 1994: Nisman, infatti, indagava sull’attentato antisemita che avvenne a Buenos Aires nel luglio di quell’anno.

L’attentato costò la vita a ben 85 vittime, e Nisman riteneva che la “presidenta” fosse coinvolta in quella storia a causa di una trattativa volta a garantire l’immunità agli autori dell’attentato, iraniani, in cambio di petrolio. Dopo l’accusa ufficiale, Nisman venne ritrovato morto. Ed ora, dopo le smentite della procuratrice Viviana Fein, il quotidiano Clarins mostra alcuni stralci del documento su cui lavorava Nisman.

Inizialmente, la Fein aveva negato la sua esistenza, ma quando il giornale ha iniziato a pubblicare alcune pagine, la procuratrice ha dovuto ritrattare, ammettendo la sua esistenza e spiegando che la sua negazione è stato solo un “errore involontario”.

Insomma, il giallo su Nisman si tinge con colori molto più forti. La verità emergerà, oppure verrà insabbiata?

Lascia un commento

Back to Top