HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
NewsNon picchiò la compagna, Massimo Di Cataldo assolto
massimo di cataldo

Non picchiò la compagna, Massimo Di Cataldo assolto

di

Accolta la richiesta del pm di Roma che ha chiesto di archiviare l’accusa contro il cantautore romano che era accusato di aver percosso la fidanzata procurandole anche un aborto

massimo di cataldoAdesso lo ha stabilito anche un tribunale: Massimo Di Cataldo non è colpevole di aver procurato l’aborto della sua ex compagna, Anna Laura Millacci.
La decisione è del gip del Tribunale di Roma, Elvira Tamburelli, che ha accolto la richiesta avanzata dal pm Eugenio Albamonte, archiviando l’inchiesta che aveva come imputato il cantautore romano. E adesso il giudice dovrà emettere la sua sentenza anche sull’ipotesi di maltrattamenti, per la quale comunque c’è già una richiesta di archiviazione da parte della Procura.
La vicenda aveva fatto molto clamore un anno fa, quando l’ex compagna del cantante (con il quale aveva avuto anche una bimba) aveva reso pubblica con alcune foto su Facebook la sua situazione: volto visibilmente tumefatto, aveva accusato Di Cataldo di averla picchiata e di averle anche procurato un aborto. Così il cantautore romano finì nell’occhio del ciclone anche se sin da subito si difese dicendo di non averla mai toccata e che il tempo oltre che le prove gli avrebbero dato ragione. In effetti è stato così: una perizia medica dimostrò inconfutabilmente l’inesistenza di lesioni e procurato aborto.
Ora il caso è chiuso ed è Di Cataldo a commentare la sentenza: “Sono molto sollevato per l’archiviazione di questa indagine. È stato appurato che io non ho responsabilità riguardo all’accaduto, ma non dimentico che si tratta comunque di una vita interrotta e ricordarlo mi fa ancora male. Per quanto riguarda il resto continuo ad essere fiducioso in quanto la mia coscienza è pulita”.

Lascia un commento

Back to Top