HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti ItalianiNewsNuova udienza per l’omicidio di Maria Anastasi, fu uccisa al nono mese di gravidanza

Nuova udienza per l’omicidio di Maria Anastasi, fu uccisa al nono mese di gravidanza

di

Maria AnastasiE’ partita la nuova udienza del processo di Salvatore Savalli e l’amante Giovanna Purpura per l’omicidio di Maria Anastasi, brutalmente uccisa il 4 luglio del 2012 al nono mese di gravidanza

Durante l’udienza sono stati ascoltati la logopedista del figlio minore di Maria Anastasi e dell’imputato, un assistente sociale e una suora della comunità Servi di Gesù Povero di Trapani che aveva ospitato Giovanna per qualche giorno dopo l’esecuzione del delitto.

La logopedista Angela Maria Castiglione che ha avuto il figlio in cura per diversi anni ha dichiarato: “Carlo Savalli, nel gioco libero, alternava momenti di dolcezza a momenti di violenza. Prendeva i pupazzi e li faceva prima baciare e poi bastonare tra loro. Quando chiedevo perché, mi rispondeva ‘Sai, papà se ne è andato’. Sulla cartella redatta da un’assistente sociale si parlava di un periodo di crisi tra i coniugi Savalli che si ripercuoteva sul bambino”.

Le violenze e i maltrattamenti domestici sono state confermate più volte in aula dal ragazzino e da una teste che ha invece detto: “Dopo il fatto, l’assistente sociale della fondazione Auxilium dove opero, mi raccontò di aver visto una volta la signora con dei lividi”.

La logopedista ha poi dato certezze sull’attendibilità di Carlo Savalli: “Carlo aveva un disturbo del linguaggio e delle carenze socio-culturali e ambientali, ma era un bambino intelligente e quello che raccontava era attendibile”.

Maria Anastasi fu uccisa a colpi di piccone e data alle fiamme nonostante il suo imminente parto. A perdere la vita in quel tragico e ingiusto  omicidio avvenuto tra le campagne di Trapani furono due vittime innocenti.

L’amante dell’uomo, che viveva come se nulla fosse nell’appartamento degli ex coniugi con Maria e i suoi tre figli, aveva assistito al delitto. Savalli voleva uccidere la donna ad ogni costo, tanto che quel giorno aveva portato con sè tutto il materiale necessario per compiere il delitto.

La prossima udienza per l’omicidio di Maria Anastasi è stata programmata per il 12 giugno 2014.

Lascia un commento

Back to Top