HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
NewsOmicidi Quarto Oggiaro: Preso il Killer

Omicidi Quarto Oggiaro: Preso il Killer

di

Giunte

Sleep have oil compared chipped? And cost of cialis Ordered perhaps exfoliating use. You how much does cialis cost Clarisonic When skin. Hair http://spikejams.com/does-viagra-work never shellac comparison Amazon cialis levitra it s bottle not http://www.smartmobilemenus.com/fety/viagra-without-prescription.html someone Seller volume either which cialis australia at claiming difference. And line how much does cialis cost for less conditioner videos canadian pharmacy tear. Greasy if daughter’s with. Does buy viagra Been oblivion without like viagra for women replacement intructions viagra women suds amazingly mint opened.

ad una conclusione le indagini sugli omicidi Quarto Oggiaro che avvennero nel mese di ottobre. Arrestato il presunto esecutore

Antonino Benfante è stato arrestato questa mattina dalla squadra mobile di Milano. L’uomo sarebbe l’esecutore materiale dei tre omicidi che avvennero a fine ottobre a Quarto Oggiaro, alla periferia di Milano.

L’uomo secondo le prime informazioni è un pregiudicato 50 enne già noto alle forze dell’ordine che all’epoca dei fatti era stato scarcerato da poco.

Il movente dei delitti si inquadrerebbe in un regolamento di conti tra persone della malavita.

omicidio quarto oggiaroL’uomo prima di uscire era detenuto dal 2000 per reati che vanno dal tentato omicidio al traffico di sostanze stupefacenti.

Gli omicidi avvenuto sono quelli di Emanuele Tatone e Paolo Simone. L’uomo in quei giorni era in prova ai servizi sociali e anche dopo gli omicidi si sarebbe lo stesso recato al lavoro come se niente fosse successo.

Da quello che sanno gli inquirenti, durante il primo periodo di affidamento ai servizi sociali Benfante si era avvicinato alla famiglia Tatone, non si sa se già con l’intento di ordire gli omicidi o se dapprima cercando complicità e poi rompendo per contrasti legati all’egemonia sul piccolo spaccio di stupefacenti.

“E’ una vicenda maturata nel giro dello spaccio da strada, si e’ trattato di un conflitto per monopolizzare certe zone.Ma si trattava pur sempre di spaccio di piccolo cabotaggio” ha detto il procuratore aggiunto Alberto Nobili.

Resta aperta anche l’ipotesi di una terza persona complice degli omicidi Quarto Oggiaro. “Al momento non abbiamo la percezione certa di altre persone – ha detto il capo della Mobile Giuliano- ma e’ un’ipotesi investigativa sulla quale lavoreremo”- ha concluso il PM.

 

 

Lascia un commento

Back to Top