HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
NewsOmicidio a Città di Castello: donna trovata in una pozza di sangue, è stata uccisa a coltellate

Omicidio a Città di Castello: donna trovata in una pozza di sangue, è stata uccisa a coltellate

di

Un terribile omicidio ha sconvolto la tranquillità della piccola cittadina umbra, una donna di 55 anni è stata trovata in una pozza di sangue. Sul corpo c’erano evidenti segni di ferite da coltello. Il personale sanitario giunto sul luogo del delitto ha solo potuto constatare il decesso.

carabinieriAnna Maria Cenciarini è stata trovata priva di vita nella sua abitazione in località Belvedere, a Città di Castello. L’allarme è stato dato dal figlio della vittima che ha contattato il 118 dopo aver visto la madre stesa al suolo, riversa in una pozza di sangue. Ai militari ha raccontato di aver sentito delle urla provenire dalla cucina. Questa vicenda è ancora un mistero per gli inquirenti anche se i sospetti sono concentrati proprio sul figlio 22enne, ascoltato a lungo in caserma. Il marito della donna, un meccanico era a lavoro quando si è consumato l’omicidio.

Dalla prima ispezione cadaverica è emerso che Anna Maria Cenciarini è stata uccisa con almeno otto coltellate. Sulla porta non ci sono segni di effrazione, ma sono ancora tutti molto cauti nell’affermare che sia un omicidio maturato nell’ambito familiare. Al momento sembra comunque esclusa la possibilità che la donna si sia suicidata. Solo l’esito dell’autopsia potrà dare elementi utili ai fini delle indagini. La vittima ha un altro figlio di 28 anni assente al momento dell’omicidio.

Quella di Anna Maria Cenciarini era una famiglia normale, che aveva trascorso serenamente le festività natalizie. Il fratello della vittima è incredulo, queste infatti sono cose che succedono sempre agli altri e che si vedono in televisione. La vittima era una casalinga, molto conosciuta e stimata in città, indossava ancora il pigiama. Dalla scena del crimine sono stati prelevati alcuni oggetti tra cui un coltello da cucina trovato vicino alla vittima (che potrebbe essere l’arma del delitto) e degli indumenti.

Lascia un commento

Back to Top