HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
Delitti ItalianiOmicidio a Scoglitti: mercoledì l’autopsia
omicidio a scoglitti

Omicidio a Scoglitti: mercoledì l’autopsia

di

L’omicidio a Scoglitti è ancora avvolto nel mistero. Il corpo senza vita di Nicoalae Raducan, un bracciante rumeno di 38 anni è stato trovato senza vita all’alba di ieri mattina. La polizia scientifica di Ragusa e Catania ha eseguito tutti i rilievi sulla scena del crimine, un lembo d’asfalto della SP31 Scoglitti-Gela.

omicidio a scoglittiCon molta probabilità, con l’autopsia di mercoledì si avranno nuovi e importanti dettagli sull’omicidio a Scoglitti. La strada provinciale che porta al mare è stata esaminata dalla polizia scientifica e i reperti sono stati portati in laboratorio. Molte sono le persone ascoltate per l’omicidio a Scoglitti, tra queste anche alcune che avevano visto la vittima Nicolae Raducan insieme alla moglie in un locale della zona. A quanto pare il bracciante rumeno e la connazionale di qualche anno più grande di lui si erano stabiliti da poco tempo nella zona. Non avevano altri parenti qui in Italia.

Secondo le testimonianze raccolte non c’erano stati particolari problemi durante la serata. Verso le 3.30 del mattino Nicolae Raducan è stato sorpreso alle spalle ed è stato colpito alla testa con un corpo contundente. Sull’asfalto vi sono delle tracce di sangue che fanno pensare che l’aggressione sia avvenuta in strada. Il corpo era in un terreno vicino, in posizione supina. Potrebbe essere stato trascinato dagli aggressori. Le ipotesi al vaglio degli inquirenti sono molte e fondamentale è la deposizione della compagna.

Nella zona di Costa Esperia vi sono molti stranieri che lavorano negli insediamenti serricoli, l’omicidio a Scoglitti potrebbe essere maturato proprio nell’ambiente agricolo. Il magistrato incaricato, Monica Monego, lavora a stretto contatto con gli agenti per ricostruire la dinamica e confrontare tutti i risultati delle indagini con le circostanze riferite dalla compagna 53enne della vittima.

Lascia un commento

Back to Top