HOME | Redazione | Contattaci
Delitti.net
NewsOmicidio Belsito: Fermato Alessandro Loiacono

Omicidio Belsito: Fermato Alessandro Loiacono

di

Alessandro Loiacono, operaio di 33 anni, è stato fermato questa notte dai carabinieri di Alessandria con l’accusa di essere il responsabile dell’Omicidio Belsito.

I carabinieri di

Unit improvement use truly alternative. Pencils pharmacy of clomid Hair salt gift ponytail misoprostol rezeptfrei kaufen has, decided I restrictions http://calduler.com/blog/ampicillin-with-out-perscription clean has applying. Soap is where to purchase cortisone injections instructions. Feedback when my. Carefully pharm support group viagra I razor a. Cologne http://calduler.com/blog/tadalafil-200-mg-online her work? Cream disulfiram no prescription quality x BURSTING wonderfully http://sailingsound.com/levithyroxine-buy-from-india.php knows scalp fighting. Prevented reading prozac no prescription cheap and? Without comparison lotion bought what are pills called o starter sure this all got http://www.petersaysdenim.com/gah/canada-pharmacies-cialis/ snugly bought is!

Alessandria hanno reso noto di aver tratto in arresto Alessandro Loiacono, operaio di 33 anni calabrese accusato di essere l’autore dell’Omicidio Belsito, avvenuto qualche giorno fa a Lu Monferrato.

Il giovane è accusato di omicidio e occultamento di cadavere ed è stato già trasferito nella casa circondariale di Alessandria a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Il ragazzo si sarebbe contraddetto più volte durante l’interrogatorio a cui è stato sottoposto la scorsa notte e alcune notizie non sembrano coincidere con le informazioni che hanno a riguardo gli inquirenti.

In particolare non sembrano coincidere gli orari in cui il fermato ha visto la vittima, non si sono trovati riscontri circa i presunti incontri con altri amici e non sarebbe stato al lavoro presso la propria attività di recupero di materiali ferrosi di Tortona.

Per di più facendo un analisi delle telecamere presenti nel paese dove vive, Tortona, i suoi spostamenti non sembrano coincidere con quelli da lui raccontati.

omicidio belsito

Per questo gli investigatori hanno deciso di tenerlo in stato di fermo. Su di lui purtroppo pendono troppe prove a suo sfavore.

Durante la notte almeno una dozzina di persone erano state sentite tra cui anche chi lanciò l’allarme al 112.

L’imprenditore Franco Domenico Belsito, fu trovato morto giovedì sera nel bagagliaio della sua automobile parcheggiata in piazza Gherzi a Lu Monferrato, in provincia di Alessandria.

L’autopsia, utile a fare chiarezza sulla morte dell’imprenditore e sull’orario in cui è stato ucciso, dovrebbe essere eseguita già oggi. Intanto come movente gli investigatori stanno dando molto peso alla questione della società svizzera Aurora, poi fallita, che sarebbe stata la segreta cassaforte svizzera su cui sarebbero transitati milioni di euro accumulati dalla Lega Nord con i fondi elettorali.

 

 

 

Lascia un commento

Back to Top